Lorenzo Bernardi incorona gli azzurri: “È nata un’altra generazione di fenomeni!”

535
Foto Fipav/Rubin

Di Redazione

Tra migliaia di commenti letti in questi giorni sulla straordinaria impresa compiuta dall’Italia ai Campionati Mondiali, uno dei più ricorrenti è stato il parallelo con la storica nazionale degli anni Novanta. Un paragone per certi versi dovuto, visto che quella era stata la prima e l’unica squadra azzurra a salire sul tetto del mondo in passato, e anche con modalità assai simili (prima gli Europei del 1989, poi i Mondiali nel 1990). Ma un paragone anche scomodo e potenzialmente fastidioso, come ha fatto notare qualche giorno fa lo stesso Simone Giannelli: “Noi siamo noi, e vogliamo continuare a esserlo“.

Finché a teorizzare sono giornalisti e commentatori più o meno competenti è un conto. Quando però prende la parola uno che di quel glorioso gruppo fu non soltanto un protagonista, ma la stella indiscussa e il giocatore simbolo, allora mettersi di traverso diventa complicato. Ed è proprio Lorenzo Bernardi a esprimersi con parole inequivocabili in un post su Instagram: “Sono certo, è nata un’altra generazione di fenomeni, con un’età media bassissima“. Un’investitura in piena regola, insomma.

Ho aspettato qualche giorno – spiega Bernardi – per non scrivere cose troppo banali e scontate. Mi avete fatto emozionare, è vero!! Mi avete fatto divertire, è vero!! Mi avete fatto arrivare i battiti a 1000, è vero!!! Ma personalmente mi avete fatto ritornare al 28 ottobre del ‘90. L’ho detto tante volte che i paragoni non si devono fare perché ognuno di noi è diverso, perché ogni squadra è diversa, e spesso farli può anche essere controproducente, ma le similitudini nel come si è sviluppato il nostro percorso ed il COME avete raggiunto questo risultato straordinario sono molte“.

Non solo – argomenta “Mister Secolo” – per il fatto che avete vinto Europeo e Campionati del mondo in poco più o meno di dodici mesi, ma per COME lo avete fatto. Con una tranquillità disarmante, con un gioco di squadra che non ha dato modo ai vostri avversari di scardinare le vostre sicurezze, con una capacità di gestire i momenti di difficoltà dove tutto sembrava scontato e con un’umiltà che alla fine ha lasciato increduli anche voi. Avete fatto qualcosa di unico, avete stupito il mondo intero e anche il sottoscritto. Perché se qualcuno ha il coraggio di dire: ‘io lo sapevo’ è un falso. Mi avete e ci avete fatto emozionare, gioire e sognare come poche altre volte, continuate a farlo perché è una FIGATA. Grazie, Italia del volley!“.

(fonte: Instagram Lorenzo Bernardi)