Liu Jo a Mosca per una incredibile rimonta

141
Foto CEV

È partita lunedì per Mosca la Liu Jo Nordmeccanica Modena, in vista del match di ritorno dei PlayOffs 6 di CEV Volleyball Champions League. Una trasferta che ha le caratteristiche della ‘missione’ per il coefficiente di difficoltà che presenta: le bianconere faranno visita alla Dinamo con il doppio obiettivo di imporsi per 3-0 o 3-1 e di aggiudicarsi il successivo Golden Set. Solo nel caso in cui riescano a realizzarli entrambi, le ragazze di Marco Gaspari si qualificheranno alla Final Four della più prestigiosa competizione europea, in programma nel weekend del 22-23 aprile al PalaVerde di Treviso (in casa dell’Imoco Volley Conegliano).

Il compito è insomma tra i più ardui, però le modenesi sanno che sarebbe sbagliato non provarci. Innanzitutto, capitan Brakocevic e compagne vorranno offrire un’impressione diversa rispetto a quella fornita nel match di andata, quando dopo aver battagliato fino alla fine del primo set hanno lasciato strada libera alle avversarie. Il 59% offensivo e i 13 muri nella sfida del PalaPanini raccontano molto: formidabile l’attacco con Nataliya Goncharova, Bethania De La Cruz e Yana Shcherban (tutte e tre in doppia cifra il 22 marzo scorso), ma solidi anche il muro – con Irina Fetisova autrice di 7 block-in all’andata e Maja Poljak – e la difesa, con il libero Anna Malova tra le migliori al mondo nel ruolo.

Coach Gaspari sa che sarà complicato minare le certezze delle russe, che nel Campionato russo hanno già raggiunto la finale (attendono la vincitrice tra Dinamo Kazan e Uralochka), ma il regolamento europeo lascia aperta una porticina, visto che la parità al termine del doppio confronto si può ottenere anche con un successo per 3-1.

La vincitrice del confronto tra Liu Jo Nordmeccanica Modena e Dinamo Mosca affronterà nella Final Four l’Imoco Volley Conegliano, mentre l’altra semifinale vedrà opporsi la vincente del derby turco tra l’Eczacibasi di Barbolini e il Fenerbahce di Abbondanza (2-3 all’andata) e la vincente del duello tra il Vakifbank di Guidetti e il Volero Zurigo (3-1 per le turche in Svizzera).