Italia-Slovenia, un anno dopo: “Felici del percorso, ma pensiamo al presente” (VIDEO)

121
Foto Volleyball World

Di Redazione

Vigilia di semifinale per la nazionale maschile, che tra sabato e domenica sarà impegnata nella Final Four dei Campionati Mondiali alla Spodek Arena di Katowice. Domani alle 21 la semifinale contro la Slovenia, a quasi un anno di distanza da un precedente storico: il 19 settembre 2021, infatti, gli azzurri si laurearono campioni d’Europa battendo proprio gli sloveni in finale.

Il bilancio complessivo parla comunque di 6 vittorie azzurre e 4 sconfitte, a testimoniare un certo equilibrio tra le due nazionali: l’ultima sfida è quella di VNL dello scorso 25 giugno, quando finì 3-0 per l’Italia contro una Slovenia che in panchina aveva ancora Mark Lebedew, poi sostituito da Gheorghe Cretu. Inutile sottolineare l’emozione che accompagna le due formazioni, alla ricerca di una finale storica: la Slovenia, infatti, non era mai arrivata prima d’ora così in alto in un Campionato Mondiale, mentre l’ultima partecipazione (vittoriosa dell’Italia) a una finale per l’oro risale al 1998.

Di tutto questo è consapevole il capitano azzurro Simone Giannelli: “Continuiamo questa bella avventura, ci sono rimasti solo due giorni di gare, ma il cammino è paradossalmente ancora lungo. Ora pensiamo solo a questa semifinale pensando di fare solo del nostro meglio. Di fronte avremo nuovamente la Slovenia, ma la finale dello scorso anno fa parte del passato e ora non conta più, altrimenti sarebbe troppo facile. Non partiremo certo sull’1-0 solo perché lo scorso anno li abbiamo battuti; tutti noi siamo ben consapevoli di questo, e infatti quella partita è archiviata, è trascorso un intero anno e in questo arco di tempo ne sono successe di cose“.

Il capitano azzurro poi prosegue: “Dobbiamo solo pensare a giocare la nostra partita, loro come noi vorranno disputare un grande match. Mi aspetto grande equilibrio, perché si affronteranno due squadre forti che cercheranno di mettersi tatticamente in difficoltà sin dall’inizio. Non bisognerà poi sottovalutare l’aspetto psicologico: dovremo resistere mentalmente a dei momenti difficili che sicuramente ci saranno. Dobbiamo approcciare alla gara con fiducia e cercando di fare sempre del nostro meglio, perché queste sono le partite che possono cambiare volto anche per 2/3 singoli palloni. Ma dobbiamo anche rimanere sereni, perché si tratta sempre e solo di pallavolo“.

È difficile fare paragoni rispetto a quelli che eravamo un anno fa – continua il capitano – io penso solo al presente e sono felice di ciò che siamo in questo momento, del percorso fatto fino a oggi. Penso ai primi collegiali di Cavalese, a tutta la Volleyball Nations League, comprese le Finals di Bologna dove abbiamo potuto capire a che punto eravamo realmente. Quelle partite ci hanno reso consapevoli della necessità di spingere ancora di più, cercando di migliorare in alcune cose che forse erano rimaste un po’ indietro. Dopo tanta fatica siamo arrivati qui a giocarci la nostra partita, ma dovremo farlo con la leggerezza e consapevolezza di chi pratica lo sport che ama divertendosi. Noi proveremo a fare tutto questo, cercando di regalare tante emozioni a chi ci segue; come sempre faremo del nostro meglio“.

La sfida tra Italia e Slovenia sarà trasmessa in diretta tv su Rai 2 e Sky Sport Action e in diretta streaming su RaiNews, RaiPlay, NOW e Volleyball World TV.

(fonte: Comunicato stampa)