E’ un Leal in forma strepitosa, 25 punti e 100% nel primo set

108
Foto Leal / Instagram

Di Redazione

Dice di essere al 120% della condizione fisica e psicologia Leal è c’è davvero da credergli. Il cubano-brasiliano che da ottobre vivrà la sua prima stagione nella Gas Sales Bluenergy Piacenza di Lollo Bernardi è stato il miglior marcatore del quarto di finale Brasile – Argentina 3-1, con 25 punti, niente male per uno schiacciatore laterale. Il secondo bomber, Wallace ne ha fatti 13. Nonostante il ritorno di Lucarelli tra i titolari di Renan, è stato Leal a impressionare per costanza, potenza e gioco.

Si è rivisto in campo anche Bruninho nell’ultimo parziale a sostituire Cachopa. Lucao nelle interviste del dopogara non ha dubbi: “Abbiamo fatto forse la nostra migliore partita dell’anno”. E ancora “Abbiamo accettato di giocare un giorno alla volta. Stiamo giocando bene. Ci siamo evoluti molto dalla VNL”. Un’evoluzione firmata Leal appunto, che nel primo set ha avuto 9 palloni da schiacciare e li ha messi tutti a terra, con un incredibile 100%.

Meno bene il secondo parziale, ma nel terzo è stato sempre Leal a giocare tutti i palloni che scottavano di più. Fino all’ultimo set, dentro Bruno, palla comunque a Leal. “Oggi abbiamo giocato bene, molto bene. Sono davvero contento della squadra. Sono riuscito a iniziare al meglio, voglio dimenticare l’esperienza negativa e dolorosa delle Olimpiadi con questi Mondiali. Dobbiamo superare il trauma di Tokyo e concentrarci su questa competizione così importante. La squadra era ansiosa all’inizio della partita, ma anche fiduciosa. Adesso dobbiamo riposarci un po’. Solo alcune settimane fa purtroppo avevo dolore al ginocchio, non ho disputato una buona VNL, ma ora sono al 120%. Grazie, Brasile” ha concluso Leal in un’intervista televisiva dopo il match.