CEV Volleyball Champions League: la prima finalista è il VakifBank

173
Foto Cev

Si è alzato il sipario sulla finale che vede coinvolte le squadre femminili più  grandi d’Europa: la CEV Volleyball Champions League.  E non poteva iniziare in maniera più spettacolare con la prima semifinale “turca – italiana”.

Una partita con vari capovolgimenti di fronte all’interno dei singoli parziali che però hanno sorriso tutti e tre alle giallonere del VakifBank.

 

1°set: VakifBank che vola subito ed accelera fino all’ 8-3. Le ragazze di Guidetti continuano a condurre il parziale, nonostante una grintosa rimonta attuata dalle loro rivali dell’Eczacibasi  nel mezzo del set che permette alle rossonere di risalire fino al -2 (21-19). Rimonta che si rivela fuoco di paglia poichè le concittadine chiudono il set sul 25-20 con il punto finale regalato dal net al servizio. Nota assolutamente di rilievo è l’80% dell’opposta Lonneke Sloetjes.

2°set:  iniziato come se fosse una partita diversa: tutto quello che nel primo parziale veniva benissimo al VakiBank sembra improvvisamente diventato difficile. Tanti errori al servizio (assenti nel primo set) che portano le avversarie sul parziale di 8-2 trasformato poi in un 14-4 che non ammette repliche. Essere sotto di 10 punti poteva sembrara sinonimo di disfatta ma piano piano le giocatrici di Guidetti colmano il gap: al secondo time out tecnico il divario è solo di cinque punti e per ogni palla messa a terra dall’ Eczacibasi  il VakifBank ne fa due o tre. È di un’ eccellente  Kimberly Hill il pareggio sul 23-23. Il primo set point sorride all’ Eczacibasi ma viene annullato da  Ting , ci pensa poi un muro della centrale Akman a servire la rimonta e a regalare ai suoi colori un incredibile 2-0 col punteggio finale di 26-24.

3°set: dopo tutte le emozioni del parziale precedente, il terzo inizia in modo un po’ piatto con una situazione di punto a punto. Il primo time out tecnico lo si raggiunge sul punteggio di 8-6presso per il VakifBank. Le due squadre continuano a rimanere in perfetto equilibrio (11-11) (16-16), fino a un break targato VakifBank che regala il 19-16.
Sapendo che è la loro ultima possibilità l?Eczacibasi tenta il tutto per tutto e trova la parità sul 20-20.  I grandi giocatori vengono fuori nei momenti importanti ed è  Ting a salire in cattedra e a trascinare la sua compagine alla finale di domani chiudendo set e partita sul 25-23 .