Caccia all’alzatrice per Busto Arsizio: spunta l’ipotesi Vicky Mayer

517
Foto Reale Mutua Fenera Chieri

Di Redazione

Ormai è corsa contro il tempo per la Unet E-Work Busto Arsizio, alla disperata ricerca di una palleggiatrice per disputare i Play Off Scudetto. Con Poulter e Monza out, la squadra bustocca nelle ultime partite è stata costretta ad affidarsi a una soluzione d’emergenza con Lucia Bosetti, che tra l’altro ha accusato problemi alla schiena durante la sfida con Casalmaggiore e ha dovuto lasciare il posto al secondo libero Bressan: una situazione davvero al limite dell’impossibile per Marco Musso.

Con le biancorosse si sta allenando ormai da tempo Laura Dijkema, ma i tempi per il tesseramento sono strettissimi: il termine ultimo è quello di sabato 2 aprile e la vertenza con il Leningradka, la squadra russa con cui l’olandese è sotto contratto, non si è ancora sbloccata. Bisogna sperare in un intervento rapido della FIVB, che peraltro in casi analoghi è stata molto più celere, ad esempio liberando a tempo di record il centrale ucraino Dmitry Pashitsky per giocare nel Trefl Gdansk (nonostante l’opposizione dello Zenit San Pietroburgo e della Federazione russa).

Le soluzioni alternative sono davvero risicate: come riporta La Prealpina, per la statunitense Sydney Hilley non c’è la possibilità di ottenere un visto in tempi brevi (oltre al fatto che la giocatrice ha già firmato con le Atenienses de Manatì a Portorico). L’ultimo nome spuntato è quello dell’argentina Vicky Mayer, che i tifosi italiani conoscono per la sua parentesi a Chieri: il Paris Saint-Cloud è rimasto fuori dai playoff in Francia ed è stato eliminato anche dalla Coppa, quindi la giovane classe 2001 – già nel mirino di Mulhouse per la prossima stagione – potrebbe essere disponibile da subito.