Vibo e Reggio Emilia, altri due test convincenti, l’A2 ha già le sue regine

74
Foto Conad Reggio Emilia

Di Redazione

La Tonno Callipo Vibo ha dichiarato subito di essere in serie A2 Credem Banca “di passaggio”, la Conad Reggio Emilia lo scorso anno la Superlega l’aveva conquistata sul campo, prima di cederla a Siena per una serie di difficoltà, in particolare nell’avere un impianto idoneo per la massima serie. Calabresi ed emiliani vogliono però ritagliarsi subito un ruolo da regine della serie cadetta ed è facile prevedere che potranno contendersi fino all’ultimo pallone la promozione in questo campionato.

Se lo aspettano tutti gli addetti ai lavori e le avvisaglie dei primi test match di campionato sono chiari. Vibo, certo, parte con i favori dei pronostici, ma dall’altra parte della rete troverà anche la Conad. Lo scorso luglio, ironia della sorte si era consumata la prima sfida al Volley Mercato. Da una parte Filippo Maria Callipo giovane vicepresidente di Vibo, figlio d’arte ovviamente, candidato per l’A2 nel cda della Lega (era già membro per la Superlega) dall’altra il direttore generale di Reggio, Loris Migliari, quale unico contendente. A Bologna aveva vinto Callipo, anche se pure Migliari prese una manciata di voti, ma il campo, cosa dirà?

I primi test, come detto parlano di due squadre già in “palla” pure troppo forse, se si guardano ai risultati di Reggio, che in una settimana ha spazzato via Bergamo (altra contendente al passaggio in Superlega) e ieri pomeriggio ha rifilato un sonoro 4-0 a Cantù, squadra sempre ostica, che dalla sua ha una decina di campionati di A2 consecutivi alle spalle, una finale promozione e una semifinale.

Ecco il resoconto delle due amichevoli, come le chiama tutto il mondo, test match, o “allenamenti congiunti” che dir si voglia. Partiamo da Vibo-Lagonegro, quindi Conad Reggio Emilia – Pool Libertas Cantù.

Foto Tonno Callipo Calabria

La Tonno Callipo nel secondo allenamento congiunto contro Lagonegro si impone senza eccessive difficoltà con il punteggio di 4-1.
Nonostante le assenze del centrale Tondo sostituito dal giovane Belluomo (in doppia cifra a quota 11 punti e con 70% di positività in attacco) e dello schiacciatore serbo Mijailovic rimpiazzato da Terpin (11 punti anche per lui) i ragazzi di coach Cezar Douglas hanno affrontato la gara con personalità per quasi tutta la durata dei 5 set cedendo solo nel finale del quarto parziale.

Anche in questo test match, come in quello della scorsa settimana contro Modica, il tecnico brasiliano ha fatto ruotare tutti gli effettivi a sua disposizione che hanno risposto in maniera più che positiva alle sue sollecitazione. In evidenza l’opposto austriaco Buchegger top scorer della contesa con 23 punti dei quali 3 realizzati al servizio e 1 a muro.

Per quanto riguarda Lagonegro sono tre i giocatori in doppia cifra: il brasiliano Pereira e il belga Lecat entrambi autori di 14 punti e il centrale Morgan Biasotto con 12 punti. Sarà proprio la squadra lucana il primo avversario che i giallorossi sfideranno nell’esordio del Campionato di Serie A2 il prossimo 9 ottobre.

La Tonno Callipo continuerà il percorso di avvicinamento alla regular season con il lavoro di preparazione per testare il grado crescita del roster e capire su quali aspetti bisogna puntare maggiormente per migliorare resa e condizioni generali di tutto il gruppo. Il prossimo allenamento congiunto è in programma per venerdì 16 settembre alle ore 17:30 al PalaValentia con Farmitalia Catania.

IL TABELLINO 

Tonno Callipo Calabria VV – Cave Del Sole Lagonegro   4–1
Parziali: 25–14, 25–20, 25–20, 22–25, 15–9

TONNO CALLIPO CALABRIA: Orduna cap., Buchegger 23, Candellaro 4, Belluomo 11, Fedrizzi 10, Terpin 11, Cavaccini (L1, 58% positiva, 33% perfetta); Tallone 8, Maccarone 4, Piazza 1, Bellia 6, Carta (L2, 56% positiva, 33% perfetta). Allenatore: Cezar Douglas; Assistent coach: Francesco Racaniello

CAVE DEL SOLE LAGONEGRO: Izzo, Pereira Da Silva 14, Biasotto Manuel 2, Bonola 3, Lecat cap. 14, Panciocco 2, Di Carlo (L1 75% Positiva, 50% perfetta); Armenante 6, El Moudden (L2, 55% positiva, 36% perfetta), Orlando Boscardini 9, Biasotto Morgan 12, Mastrangelo, , Azaz El Saidy n.e. Allenatore: Mario Barbiero; Assistent coach: Dino Viggiano

Note: Vibo Valentia aces 11, battute sbagliate 16, muri vincenti 5, errori 34; attacco 49%, ricezione 55%–22%, punti realizzati: 78. Lagonegro: aces 4, battute sbagliate 20, muri vincenti 12, errori 26; attacco 40%, ricezione 54%–35%, punti realizzati: 62; durata set: 20’, 27’, 24’. 24’, 11’. Totale: 106 minuti

A Castelnovo di Sotto la Conad Reggio Emilia regola 4-0 il Pool Libertas Cantù che deve però fare i conti con tre assenze molto pesanti: il palleggiatore Alberini, lo schiacciatore Preti e il libero Butti. Parte il match con schierati i sestetti iniziali che vedono per i giallorossi Sperotto, Cantagalli, Meschiari, Perotto, Maziarz, Elia e il libero Torchia; mentre i canturini schierano Gianotti, Gamba, Ottaviani, Auguenier, Mazza, Galliani e il libero Picchio.

Inarrestabile Conad nel primo set chiuso 25-15. Secondo set intenso: i biancoverdi vogliono il pareggio. Fino alla fine nessuno prevale, più una squadra cerca l’allungo, più gli avversari difendono qualsiasi pallone, si va infatti ai vantaggi e si chiude il set con un errore di Cantù (26-24). Terzo tempo che segna la rimonta canturina, ma sale di nuovo Mian a ribaltare il risultato, chiude lui il set con il suo terzo ace (25-23). Quarto parziale lascia spazio alla Libertas di rifarsi ma non basta: il set è ancora una volta dei giallorossi (25-22). “Il test è stato importante, contro una squadra di livello e in un ottimo stato di forma – ammette il tecnico di Cantù, Francesco Denora –  Questa è stata la loro quarta amichevole, e sono anche più ‘in palla’ avendo iniziato tre settimane prima di noi”.

IL TABELLINO 

Conad Reggio Emilia – Pool Libertas Cantù: 4-0
Parziali: 25-15(21′), 26-24(29′), 25-23(29’), 25-22(22′).

CONAD REGGIO EMILIA: Santambrogio 3, Maziarz 6, Mariano 5, Perotto 11, Cantagalli M. (L), Sperotto 0, Meschiari 7, Cantagalli D. 16, Mian 14,  Elia 9, Torchia (L), Bucciarelli 4, Suraci n.e. Coach: Luca Cantagalli

POOL LIBERTAS CANTU’: Gianotti 5, Monguzzi 4, Gamba 9, Ottaviani 11, Auguenier 13, Mazza 4, Rota 2, Rossi 1, Galliani 7, Compagnoni 4, Picchio (L). Coach: Francesco Denora

Note: Reggio Emilia: ace 8, service error 17, ricezione  57%, attacco 55%, muri 10. Cantù: ace 3, service error 16, ricezione 49%, attacco 52%, muri 8

(fonte: Comunicati Stampa)