Calzedonia Verona, sei in semifinale!

204
Ufficio Stampa BluVolley Verona

Verona – Buona la prima per la Calzedonia, che davanti al pubblico amico chiude la “pratica Sora” in cinque set e vola alla final four che regala un posto in Europa.

Unì’altra battaglia quella valevole per gara 3 dei Quarti Play Off Challenge UnipolSai, andata in scena stasera all’AGSM Forum dove Grbic sceglie  Baranowicz-Stern, alla coppia di posto 3 Anzani-Zingel, agli schiacciatori Randazzo e Kovacevic, e al libero Giovi e Colucci affida il match nelle mani del suo regista Seganov e dell’opposto Miskevich, in quelle dei martelli-ricettori Kalinin e Tiozzo, dei centrali Gotsev e Mattei, e del libero Santucci.

1°set

Parte subito forte Sora  portandosi subito a più tre con altrettanti attacchi punto di Tiozzo (1-4), salvo poi subire il recupero di Verona che arriva sull’ 8 a 8. Sora spinge sull’ acceleratore e con il muro di Gotsev ai danni di Randazzo è di nuovo avanti di 3 lunghezze, 10-13. Mister Grbic utilizza entrambi i time out discrezionali a sua diposizione ma con Gotsev dai nove metri a segno direttamente su Kovacevic, è 12-19. Ottimo il turno a servizio di Baranowicz che mette in seria difficoltà la ricezione ospite permettendo a Verona di rubare punti (19-22). Calzedonia non riesce nella rimonta ed è di Tiozzo il colpo che vale due set ball e di Ferreira l’errore del 22-25.

2°set:

Verona torna in campo con Ferreira al posto di Randazzo e con intenti diversi per il 3-0 chiuso a muro. La conduzione giallo-blu dura fino al 7-4 quando Seganov suona la carica e Miskevich fa il resto per la rincorsa che con l’ace di Tiozzo finisce con la parità dell’8-8. Sul 10-10 la BioSì Indexa innesta la sua marcia di giornata e comincia ad allungare il passo con Sperandio appena subentrato a Mattei e con l’ace di Kalinin che vale l’11-14. Grbic rimanda in campo Randazzo ma neanche lui riesce a interrompere la corsa sorana che azione dopo azione continua ad accumulare vantaggio con Gotsev a muro sulla seconda linea di  Stern e poi all’ace per il 16-20. Verona si rifà sotto (22-24) ma nulla da fare e termina 23 a 25.

3°set:

Nel terzo set Calzedonia Verona si sente con le spalle al muro e parte con la grinta e la voglia di ribaltare il risultato portandosi subito sul più tre (3-6). Calzedonia guida il set mettendo in cascina punti su punti e andando anche a più cinque. Sora comincia a rosicchiare qualche punticino importante con Tiozzo, ma è con Gotsev a muro a bloccare per 2 volte consecutive Randazzo che si riporta sotto 12-10. Turno al servizio di Michele Baranowicz che mette in serie difficoltà, come nel primo set, la ricezione di Sora (24-16). La chiude Uros Kovacevic che trova il mani e fuori del muro avversario,termina 25 a 17.

4°set:

Quarto parziale caratterizzato dal punto a punto che si mantiene tale fino a metà set (14-14). Il servizio torna nella metà campo locale nelle mani di Kovacevic e resterà li per 5 lunghissimi turni che scavano un solco profondo tra le due squadre, quello del 20-15. Miskevich spezza il gioco avversario e apre per i suoi un contro break che rende ancora più intenso e infuocato il set e il match perché vale il 20-19. Nikola Grbic richiama i suoi ragazzi e al rientro in campo seguono i suoi consigli per il 24-21 con Sora in campo con Marrazzo in regia e alla fine la risolve Kovacevic mandando tutti, di nuovo, al tie break. 25-22.

5°set:

Si va al tie break con Verona che parte forte allungando a più tre (4-1).  Coach Colucci ferma il gioco e dà fiato e consigli ai suoi, ma il martello mancino avversario mostra gli occhi della tigre e porta tutti al cambio campo avanti 8-4. Cominciano a perdere contatto con il set il sestetto volsco con il tabellone che segna l’11-5. Provano a resistere i ragazzi bianconeri ma non vanno oltre il punto a punto che porta la Calzedonia Verona alla vittoria del set 15-10, del match 3-2 e al superamento del turno in 3 gare.

Una partita molto simile alle altre due, oltre allo stesso risultato va dato merito a Sora si essere stata sempre determinata, mostrando consapevolezza di tutte le possibilità dei propri mezzi, esprimendo un gioco di alto livello che la equipara a Verona la quale però ha trovato la sua marcia in più nell’esperienza.

Verona in semifinale incontrerà la vincente della sfida tra Ravenna e Vibo Valentia (Gara 3 domani alle ore 18 in Calabria).

Play Off Challenge, Quarti Gara 3
Calzedonia Verona – Biosì Indexa Sora 3-2 (22-25, 23-25, 25-17, 25-22, 15-10)
Calzedonia Verona: Baranowicz 4, Kovacevic 28, Anzani 5, Stern 20, Randazzo 5, Zingel 4, Frigo (L), Mengozzi 0, Giovi (L), Ferreira 5, Lecat 5. N.E. Djuric, Paolucci. All. Grbic.

Biosì Indexa Sora: Seganov 3, Tiozzo 21, Gotsev 16, Miskevich 20, Kalinin 8, Mattei 5, Santucci (L), Marrazzo 0, Sperandio 1, Lucarelli 0. N.E. De Marchi, Mauti, Rosso. All. Colucci. ARBITRI: Bartolini, Pasquali. NOTE – durata set: 26′, 25′, 24′, 27′, 15′; tot: 117′. Spettatori: 2759. MVP: Uros Kovacevic