Robin De Kruijf, un modello per Squarcini: “La vedevo in tv, ora mi alleno con lei…”

217
Foto Imoco Volley

Di Redazione

Quasi fatica ancora a crederci Federica Squarcini: nelle parole della giovane centrale, intervistata da Federico Bettuzzi per La Tribuna di Treviso, si percepisce tutta l’emozione per la sua nuova avventura con la Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano. E anche per la possibilità di allenarsi insieme a una dei suoi idoli, quella Robin De Kruijf con cui sta svolgendo la preparazione: “La vedevo giocare in nazionale o in tv – racconta Squarcini – ora posso allenarmi insieme a lei: dite che sia un bel cambiamento nella mia carriera? Battute a parte, spero che anche lei possa aiutarmi nel mio processo di crescita tecnica, che sarà piuttosto lungo. Voglio compiere qualche step in più e lei può darmi parecchi consigli“.

La modestia di sicuro non manca alla giocatrice toscana, che di sé dice: “Sono ancora giovane, credo che il margine di miglioramento sia piuttosto ampio un po’ in tutti i fondamentali. Con lo staff di coach Santarelli ci sarà parecchio da lavorare“. E sull’arrivo a Conegliano aggiunge: “Quando è arrivata la chiamata sono stata un po’ sorpresa, forse persino un pizzico spaventata dall’importanza di quest’opportunità“.

Poi Squarcini svela un retroscena sul suo numero di maglia, che sarà il 4: “A Sassuolo conobbi Lucia Crisanti, legai molto con lei e le chiesi il permesso di usare il suo vecchio numero 4, facendole una promessa: l’avrei portato in alto. Ed è una promessa che intendo mantenere“.