Qualificazione Mondiale 2018: Poker per l’Italia, anche la Spagna al tappeto

147
Fipav

Percorso netto fino ad ora per le azzurre in questa Qualificazione ai Mondiali 2018.

Il c.t., dopo il turnover con la Lettonia, rimanda in campo la formazione scelta nelle prime due gare: Malinov in diagonale con Egonu, Folie e Chirichella al centro. Caterina e Lucia Bosetti di banda con la De Gennaro libero.

Le azzurre faticano qualche punto prima di ingranare contro una dignitosa Spagna che cerca di opporsi al livello dell’Italia. Poi Chirichella e compagne cominciano a macinare muri e punti e la partita prende la direzione più ovvia.

Bene nel primo set Paola Egonu (cinque punti) e Lucia Bosetti in attacco, mentre Caterina Bosetti fatica a ingranare tanto che Lia Malinov la lascia praticamente fuori dal gioco nel secondo quando invece crescono le percentuali di tutte le altre (ancora 5 punti per la Egonu). Va in apnea la Spagna in ricezione e diventa sempre più difficile per le ispaniche tenere testa alla squadra italiana che chiude la gara con un tocco di seconda di Malinov.

Top scorer un’encomiabile Lucia Bosetti (16 punti, 65% in attacco), doppia cifra anche per Paola Egonu (11, 50%), si è distinta anche Caterina Bosetti (3 aces per 9 punti complessivi), bene l’Italia a muro con 12 stampatone di squadra.

Domani sera (ore 20.00) Italia e Belgio si contenderanno il volo diretto per il Giappone: chi vincerà sarà qualificato ai Mondiali 2018, chi perde dovrà passare dal torneo di ripescaggio che ad agosto assegnerà gli ultimi due posti (attenzione, però, ci saranno anche l’Olanda e la Bulgaria che oggi ha spaventato la Turchia di Guidetti).

Il Belgio squadra insidiosa, che nelle sue file annovera diverse delle protagoniste della bellissima cavalcata del 2013 che la portò sul gradino più basso del podio. Le novità più grandi sono in cabina di regia dove la veterana Dierickx è stata sostituita dalla giovane Bielbiew che si alterna alla Van de Vyver e in attacco dove c’è il giovane talento della scattante schiacciatrice Herbots (18 anni). Per vincere l’Italia dovrà giocare senza timore, limitando al minimo gli errori.

 CLASSIFICA POOL D: Italia 4 vittorie (12 punti), Belgio 3 vittorie (9 punti)*, Bielorussia 2 vittorie (6 punti), Bosnia Erzegovina 1 vittoria (4 punti)*, Spagna 1 vittoria (2 punti), Lettonia 0 vittorie (0 punti).

*= 1 partita in meno. Questa sera (ore 20.00): Belgio vs Bosnia Erzegovina.

Il match di domani sarà trasmesso in diretta streaming da www.Laola1.tv.  

ITALIA-SPAGNA 3-0 (25-17 25-18 25-15)
ITALIA: Chirichella 6, Egonu 11, Bosetti L. 16, Folie 6, Malinov 6,  Bosetti C. 9, De Gennaro (L), Loda, Bonifacio, Sorokaite, Orro, Danesi. Parrocchiale (L). Guerra, All.Mazzanti.
SPAGNA:  Corral Bouza, Rivero 8, Correa 4, Segura 6, Gonzalez 7, Collar 3, Sanchez (L), Priscila, Sanz, Llabres, Caro Garcia, Brun, Escamilla, Grima. All.
Arbitri: Twardowski (Pol) e Ryabtsov (Rus).
Durata set:  23, 24, 22
Italia: bv 7, bs 10, m 12, er 12.
Spagna: bv 2, bs 10, m 2, er 12.