Papi e Zlaty day, manca solo un giorno

187
Ufficio Stampa LPR Piacenza

Piacenza – Quando domani l’orologio segnerà le 17.57 sarà festa grande al Pala Banca dove giocatori, allenatori, compagni ed amici che hanno segnato a vario titolo la carriera di Papi e Zlatanov  si alterneranno in una singolare staffetta per celebrare i numeri biancorossi 6 e 11. Il “Papi e Zlaty Day”.

Senza dimenticare che tre minuti dopo andrà in scena una partita molto importante per gli emiliani dove una  vittoria permetterebbe a Zlatanov e compagni di continuare a lottare per il posto proprio nella prossima Challenge Cup ma prima i biancorossi dovranno chiudere la pratica Latina e il match point da giocare tra le mura amiche del Palabanca è un’occasione troppo ghiotta da lasciarsi scappare.

Nelle due sfide precedenti Fei e compagni, però, hanno dimostrato di essere un avversario duro a morire mettendo i piacentini in difficoltà in gara 1 proprio al Palabanca andando sul 2-0 e in gara 2 al Palabianchini, complice una partenza con il freno a mano tirato per i biancorossi. Gli uomini di Giuliani, rientrati mercoledì in palestra, hanno alternato il lavoro in sala pesi ad allenamenti di tecnica in campo e sono pronti a scendere sul taraflex per questa gara 3 che sarà, quindi, una sfida già decisiva per la LPR che eviterebbe ben volentieri un’altra trasferta in terra pontina.

Appuntamento quindi nell’impianto emiliano per un doppio appuntamento: per un tuffo nel passato che farà sicuramente battere il cuore dei due biancorossi prossimi ad appendere le scarpe al chiodo ma anche quello dei presenti e per una sfida sul taraflex molto interessante.

La vincente di questa incontrerà chi la spunterà nel confronto tra Monza e Molfetta.