Home Serie A Superlega Maschile Finale Del Monte Supercoppa: Cucine Lube Civitanova-Sir Safety Conad Perugia 2-3 (LIVE)

Finale Del Monte Supercoppa: Cucine Lube Civitanova-Sir Safety Conad Perugia 2-3 (LIVE)

Di Eugenio Peralta

All’AGSM Forum di Verona si assegna il primo trofeo della stagione: Cucine Lube Civitanova e Sir Safety Conad Perugia si trovano di fronte per la finale di Del Monte Supercoppa, ennesimo capitolo di una sfida infinita. Perugia è la detentrice del trofeo, mentre la Lube, malgrado i tanti successi degli ultimi anni, non lo vince addirittura dal 2014. La partita è trasmessa in diretta televisiva da Rai 2.

Segui gli aggiornamenti live su Volley NEWS!

LO SCENARIO – Si ricomincia da dove ci si era fermati: lo scorso 23 febbraio, proprio mentre a Codogno veniva dichiarata la prima “zona rossa”, Civitanova e Perugia scendevano in campo a Casalecchio per contendersi la Coppa Italia. Una finale spettacolare, e di durata record, che per qualche ora fece dimenticare all’Italia della pallavolo il clima già allora surreale e ricco di timori. Oggi a Verona le sensazioni sono opposte: certo, non c’è la scenografia dell’Arena (dove peraltro questa sera non si sarebbero superati i 10 gradi di temperatura), gli spettatori sono pochi e ben distanziate e le mascherine ricordano a tutti la complessità del momento che stiamo vivendo. Ma il volley, come tutto il resto del paese, ha una straordinaria voglia di ripartire e di farlo in diretta nazionale con un’altra grande sfida.

I SESTETTI – Formazione tipo per Civitanova: il fischiatissimo ex De Cecco in regia, Rychlicki opposto, Anzani e Simon al centro, Juantorena e Leal schiacciatori, Balaso libero. Risponde Perugia con Travica al palleggio in diagonale con Vernon-Evans, Solé e Ricci centrali, Leon e Plotnytskyi di banda e Colaci libero (ancora fuori Atanasijevic e Russo).

1° SET – La sfida comincia con una battuta in rete di Leon e un muro vincente di Anzani (2-0). Plotnytskyi concede alla Lube l’errore del più 3, i cucinieri allungano con Juantorena e Simon (6-1). La battuta di Plotnytskyi aiuta la Sir a ridurre le distanze (7-4), ma immediata è la risposta di Leal con un ace (9-4). Per Perugia piove sul bagnato con l’attacco out di Vernon-Evans, ed Heynen chiama time out sul 10-4. Rychlicki tiene saldamente avanti Civitanova (11-5, 12-6). Il testa a testa continua (13-7) ma Simon fa la voce grossa a muro su Solé per il 15-8. Plotnytskyi non molla e riavvicina i suoi con attacco e battuta (16-11), ma il vantaggio della Lube resta ampio (18-12). Entra Ter Horst per l’ucraino, Rychlicki però supera il muro a tre perugino e sigla il 20-14. Ancora l’opposto a segno in parallela per il 22-16, Leon prova ad accorciare a muro grazie al solito turno di servizio di Plotnytskyi (22-18). Dopo un lungo esame al Video Check, Rapisarda vede il quarto tocco della Lube che regala il meno 3 a Perugia; il set si riaccende e Leon firma il 22-20 costringendo De Giorgi allo stop. Al rientro però Leal ferma la rimonta umbra (23-20) e Zimmermann, appena entrato, sbaglia la battuta concedendo il set point (24-21); dopo l’errore al servizio di Simon, ci pensa Rychlicki a chiudere (25-22).

2° SET – Stavolta è Perugia a partire avanti con Ricci, ma poi il muro della Sir pasticcia su Leal (2-1). La battuta di Anzani dà una mano alla Lube per il primo break siglato da Simon (4-2). Un gran muro a uno di Solé su Juantorena esalta i perugini (5-4) e la rimonta si completa sul 6-6. La Sir passa avanti con Leon sull’8-9 e i muri di Plotnytskyi e Solé valgono il break (9-11); immediato però il pareggio dei cucinieri grazie a un’invasione fischiata a Travica. Ancora una volta Plotnytskyi fa male dai nove metri: ace per il 12-14. Ci pensa poi Leon ad allungare, firmando due attacchi vincenti (14-17) che portano direttamente al time out. Il ritorno in campo della Lube è micidiale: mani-out di Rychlicki e due muri di Anzani su Leon per la parità (17-17), stavolta è Heynen a fermare il gioco. Scambio di cortesie tra Leon e Leal (18-19), si arriva in parità sul 20-20. Sono Solé e Leon, dopo uno scambio accesissimo, a guadagnare la fuga del 21-23. Juantorena ricade male da un muro sul 22-23: dolore alla caviglia per l’azzurro, ma la Lube non trema e trova subito la parità con l’ace di Simon (23-23). Il centrale sbaglia però la battuta, concedendo a Perugia la palla per chiudere: Rychlicki sbaglia in attacco ed è 23-25.

3° SET – Partenza sprint di Perugia con l’errore di Simon e l’ace del solito Plotnytskyi (0-2), poi arrivano anche il muro di Travica e l’attacco out di Leal per lo 0-4 che vuol dire time out. Juantorena torna a farsi vivo in attacco per il 2-5 (era rimasto a secco nel secondo set) ma Plotnytskyi colpisce anche da seconda linea, e lo stesso Osmany concede l’errore del 3-8. Con l’ace di Leon, Perugia arriva al massimo vantaggio (3-9). Molto discussa l’accompagnata fischiata a Solé (7-11) che permette alla Lube di accorciare le distanze con il muro di Leal (8-11), ma il centrale argentino si rifà ampiamente mettendo a terra il punto dell’8-13. Civitanova riduce di nuovo il gap con Juantorena (10-13), Leon però è implacabile a muro (10-15). Ancora il cubano-polacco mantiene le distanze (12-17), ma al termine di uno scambio da urlo l’errore di Vernon-Evans vale il 14-17 e Heynen ferma il gioco per far rifiatare i suoi. L’attacco di Perugia è sempre nelle mani di Leon (15-19) ma anche Plotnytskyi si fa rispettare per il 16-20. La Lube si gioca il doppio cambio con Falaschi e Hadrava, che sigla il 18-21 e manda in battuta Simon per l’ace del meno 2. Leon piazza il muro vincente del 19-23, ma atterra male: qualche brivido per lo schiacciatore, che però rimane in campo e tanto per gradire va a segno anche in attacco (19-24). La battuta di Travica fa il resto e Ricci la concretizza portando in vantaggio Perugia (19-25).

4° SET – Stavolta Plotnytskyi non riesce a piazzare l’ace in avvio a causa di un fallo di piede (1-1). Si rivede in attacco Rychlicki, che risponde a Leon (3-3); qualche imprecisione di troppo per la Sir e Juantorena può piazzare il break del 6-4. Heynen non si fida e chiama subito time out, ma al rientro Anzani e Simon (ace) allungano fino all’8-4. Il tecnico di Perugia butta nella mischia Ter Horst da opposto, mentre Anzani continua a colpire (9-5, 10-6) e Leon ribatte colpo su colpo. Cambio di opposto anche nella Lube, con Hadrava per Rychlicki, sul 12-9; un gran muro di Juantorena su Ter Horst consente a Civitanova di allungare ancora (15-10). Proprio gli attacchi di Ter Horst e il muro di Solé però rimettono la Sir in carreggiata (16-13). Ancora la battuta di Plotnytskyi aiuta Perugia per il 17-15, ma Hadrava a muro interrompe la risalita ed è sempre lui a siglare il 19-16. L’opposto ceco, insieme a Simon, costruisce anche il nuovo break della Lube (21-17). Anzani avvicina il tie break con il punto del 23-19, poi trova anche il muro del set point (24-19). Il mani out di Juantorena, su un’alzata geniale di De Cecco, rinvia subito il verdetto al quinto.

5° SET – Confermati Hadrava e Ter Horst nei due sestetti di partenza. Perugia esce meglio dai blocchi con l’attacco vincente di Leon e l’errore di Leal (0-2). Gli errori dai nove metri di Anzani e Hadrava tengono avanti la Sir (2-4) e Leal imita i compagni per il 3-5; Plotnytskyi beffa gli avversari con un pallonetto vincente (4-6) mentre Leon abbatte un’intera fila di led in difesa. Un’invasione in attacco nega la possibile parità alla Lube (5-7) e Perugia va al cambio di campo sul 5-8 grazie al muro vincente di Solé su Hadrava. Anzani, sempre a muro, rimette in scia Civitanova (7-8). Leon sbaglia per l’8-9 e rischia grosso anche sull’attacco successivo, ma trova il tocco del muro Lube. Fuori il servizio di Hadrava (9-11), ma è invece in campo quello di Leal che vale il pareggio: 11-11. Travica e Leon non si intendono e regalano a Civitanova il primo vantaggio del set: time out Heynen (12-11). Al rientro, dopo l’errore dai nove metri di Leal, arriva il controsorpasso su attacco in rete di Juantorena (12-13). Sbaglia anche Leon e si va alla volata finale: il primo match point se lo procura Plotnytskyi con l’aiuto del nastro (13-14), Juantorena lo annulla. Mani out di Solé e altro match point Perugia (14-15). Stavolta Plotntyski chiude a muro su Juantorena ed è finita: 14-16.

Dicembre

Gennaio 2021

Febbraio
Events for 28 Dicembre
Events for 29 Dicembre
Events for 30 Dicembre
Events for 1 Gennaio
Nessun evento
Events for 2 Gennaio
Events for 3 Gennaio
Events for 4 Gennaio
Nessun evento
Events for 5 Gennaio
Events for 6 Gennaio
Events for 7 Gennaio
Events for 8 Gennaio
Nessun evento
Events for 9 Gennaio
Events for 10 Gennaio
Events for 11 Gennaio
Nessun evento
Events for 12 Gennaio
Events for 13 Gennaio
Events for 14 Gennaio
Events for 15 Gennaio
Nessun evento
Events for 16 Gennaio
Events for 17 Gennaio
Events for 18 Gennaio
Nessun evento
Events for 19 Gennaio
Events for 20 Gennaio
Events for 21 Gennaio
Events for 22 Gennaio
Nessun evento
Events for 23 Gennaio
Events for 24 Gennaio
Events for 25 Gennaio
Nessun evento
Events for 26 Gennaio
Events for 27 Gennaio
Events for 28 Gennaio
Events for 29 Gennaio
Events for 30 Gennaio
Events for 31 Gennaio