Europei Under 20, gli azzurrini travolgono in tre set la Serbia

151
foto Federvolley

Di Redazione

La quarta giornata dei Campionati Europei Under 20 maschile, in corso a Montesilvano e Vasto in Abruzzo, si è chiusa con una netta vittoria dell’Italia che ha superato 3-0 (25-22, 25-19, 25-19) la Serbia. Un match a senso unico per gli azzurrini che hanno sempre condotto la gara e sono stati protagonisti di un’ottima prova di squadra.

Best scorer del match lo schiacciatore Mattia Orioli con 12 punti (1 ace, 3 muri, 53% in attacco), in doppia cifra anche gli azzurrini Nicolò Volpe (10 punti, 1 ace, 2 muri, 78% in attacco) e Luca Porro (10 punti, 2 ace, 2 muri, 27% in attacco).

Questa sera gli azzurrini torneranno in campo alle 20 al Palazzetto dello sport di Montesilvano per l’ultimo, decisivo match della Pool I contro la Polonia.

Nessun cambio per l’Italia nello starting six in questa quarta partita della Pool I: il tecnico Matteo Battocchio si affida alla diagonale Boninfante-Bovolenta, agli schiacciatori Orioli e Porro, ai centrali Ambrose e Volpe e al libero Laurenzano. Per la Serbia il tecnico Nedzad Osmankac schiera la diagonale Polomac-Kopitic, Perovic e Ilic schiacciatori, Unkovic e Culibrk al centro e il libero Ristic.

Gli azzurrini approcciano il match con la giusta determinazione (1-4) e mantengono alto il ritmo del primo set (3-6). La Serbia fatica a tenere il passo dell’Italia: Bovolenta mette a segno il punto del 7-9 e gli azzurrini continuano ad allungare (8-11). Un time out rimette in marcia la formazione di Osmankac che accorcia e ristabilisce la parità (11-11). Decisa la ripartenza dell’Italia che ritrova continuità e si spinge a +6 (13-19). I serbi ritrovano buon ordine, accorciano (18-22, 20-22), ma la rimonta non riesce e con determinazione gli azzurrini conquistano il primo set (22-25).

Al rientro in campo è ancora l’Italia a dettare il ritmo (3-5) e ad allungare (4-8). Sul 5-8, un infortunio di gioco costringe Alessandro Bovolenta ad uscire dal campo, l’opposto degli azzurrini viene sostituito da Riccardo Iervolino. Gli azzurrini mantengono alta la concentrazione e continuano a macinare buon gioco e punti spingendosi sul +8 (12-20). La Serbia non riesce a trovare le giuste contromisure, nel finale l’Italia si mantiene avanti e un attacco vincente di Iervolino chiude a favore degli azzurrini anche il secondo parziale (22-25).

Due ace di Porro spingo avanti l’Italia in apertura del terzo set (3-6), pronta la reazione della Serbia che accorcia (5-6) e si riporta in parità (7-7). Sono però i ragazzi di coach Battocchio a mettere in campo maggiore determinazione e a rimanere avanti (9-11, 12-14). Volpe e Boninfante (ace per lui) segnano il cambio di passo dell’Italia che accelera (12-15) e incrementa il proprio vantaggio (15-20). Nel finale tutto facile per l’Italia che conquista set e partita (19-25).

Stiamo crescendo, sono migliorate alcune cose, anche se dobbiamo ancora sistemare alcuni aspetti, soprattutto ci stiamo lasciando andare e ci stiamo divertendo – dice Matteo Battocchio. I nostri sono ragazzi seri e danno sempre tutto quello che hanno, non ne avevo dubbi e non cambio idea dopo un 2-0 rimontato. Siamo stati molto bravi, stiamo lottando con tutti noi stessi nelle difficoltà e penso che si sia visto. Avrei preferito che Bovolenta non si fosse fatto male, ma questo infortunio ci ha responsabilizzato”.

Questo è un grande gruppo e nel corso dell’estate è capitato che tutti stessero fuori e abbiamo comunque sempre vinto tutte le partite. Come ho detto ai ragazzi: non importa chi scende in campo l’importante è fare del nostro meglio. Domani affrontiamo la Polonia, sono davanti a noi in classifica, noi giochiamo ogni gara per provare a vincere e anche domani scenderemo in campo per fare qualcosa di importante”.

Stiamo crescendo una partita dopo l’altra, ogni giorno aggiungiamo cose nuove e stiamo giocando bene – aggiunge Mattia Orioli. Siamo dispiaciuti per l’infortunio a Bovolenta, ma siamo riusciti ad andare avanti e a pensare alla partita. Domani affronteremo la Polonia che è una grande squadra. La studieremo e nell’affrontarla daremo il massimo come abbiamo fatto questa sera”.

Si lotta su ogni palla, era quello su cui dovevamo lavorare, l’aspetto che dovevamo migliorare e oggi ci è riuscito abbastanza bene e dobbiamo continuare così anche nelle prossime partite. Domani con la Polonia sarà una gara difficile, fino ad ora hanno vinto tutte le partite, noi lotteremo su ogni pallone come abbiamo sempre fatto nel corso di questo Europeo” conclude Nicolò Volpe.

Tutte le gare della fase a pool e le semifinali e finali 5°-8 posto saranno trasmesse in diretta streaming sul canale YouTube della Federazione Italiana Pallavolo. Le semifinali e le finali 1°-4 posto saranno trasmesse sulla piattaforma CEV EuroVolley.TV.

BIGLIETTI – Tutti gli interessati ad assistere alle semifinali e finali in programma a Montesilvano sabato 24 e domenica 25 settembre potranno acquistare i tagliandi al seguente link: https://fipav.mybookingplatform.it/prenotazione . Sono previste tariffe speciali per i tesserati FIPAV, che potranno acquistare i biglietti a un prezzo ridotto. Nelle altre giornate di gare, invece, l’accesso agli impianti è gratuito.

Serbia-Italia 0-3 (22-25, 19-25, 19-25)
Serbia: Perovic, Unkovic 1, Kopitic 7, Ilic 9, Culibrk 4, Polomac 3; Ristic (L), Elezovic 2, Matic, Kokeza 3, Stankovic 6, Jeremic (L). Ne: Kljajic, Rankovic. All. Osmankac.
Italia : Orioli 12, Ambrose 6, Boninfante 2, Porro 10, Volpe 10, Bovolenta 5; Laurenzano (L), Balestra 2, Penna 1, Fanizza, Iervolino 5, Roberti. Ne: Eccher, Staforini (L). All. Battocchio.
Arbitri: Parvanova (BUL), Buchar (CZE)
Note: Durata set: 26’, 24’, 24’. Serbia: 2 a, 10 bs, 6 mv, 22 et. Italia: 6 a, 14 bs, 10 mv, 25 et

(fonte: Comunicato Stampa)