Enweonwu, dalla Serie C all’argento Europeo

217
Olimpia Azzurra

Il vero e proprio salto di categoria può essere riassunto in una parola, o meglio in un nome : Terry Ruth Enweonwual.  Nata a Padova da genitori nigeriani ma parmigiana d’adozione, ha bruciato le tappe salendo alla ribalta, al suo esordio assoluto sulla scena internazionale, a suon di aces, ben venticinque in totale, e schiacciate imprendibili per le avversarie.

La schiacciatrice in un solo anno infatti è passata dal campionato di Serie C tra le fila dell’Energy Volley, club
nel quale è cresciuta , ai premi individuali di Mvp e miglior opposto agli ultimi Europei Under 18 di Arnhem in Olanda, in cui ha trascinato l’Italia alla medaglia d’argento, battuta domenica scorsa solo in finale al tie-break
dalla Russia. Rassegna dove le azzurrine hanno staccato il pass per i Mondiali di categoria in programma dal 18 al 27 agosto in Argentina. Un ulteriore stimolo per proseguire nel migliore dei modi un 2017 finora molto positivo a livello personale.
«Sapevamo di essere forti ma non credevo di fare così bene, è stata una sorpresa anche per me – confessa candidamente l’atleta scuola Energy, autrice di 139 punti complessivi in sette gare – questa era la vera prova per capire quanto ho imparato durante l’anno nel Club Italia, soprattutto, sotto l’aspetto mentale».
Quanto rammarico c’è per l’ oroperso? «Ci eravamo presentate alla finale da imbattute con soli tre
set persi, è normale averci fatto più di un pensierino ma probabilmente la Russia ha meritato di più. Anche se mi brucerà ancora per un po’».

Un  futuro roseo e azzurro attende quindi l’ancora sedicenne (ne farà 17 il prossimo 12 maggio) .