Brescia vince ed ottiene il terzo posto

306
Foto Ufficio Stampa Brescia

Brescia –  Gli azzurri di coach Zambonardi vincono contro la capolista e raggiungono la posizione che vale i play out dove affronteranno Cantù.

Lagonegro, vincitrice del girone Pool Salvezza ed ormai matematicamente salva, scendeva in campo in un match a cui nulla aveva da chiedere contro una Centrale McDonald’s alla ricerca di punti per chiudere in quarta posizione, e giocarsi il tutto per tutto nella sfida definitiva ai play off al meglio delle 5 partite.

Il primo set in un Palasanfilippo con un discreto colpo d’occhio, vedeva gli ospiti concentrati in fase difensiva ed i padroni di casa molto concentrati, all’insegna di un sostanziale equilibrio tra le 2 squadre.

Brescia, bene a muro ma sprecona al servizio, provava la minifuga sul 13 -11, salvo farsi riprendere e quindi superare 15 – 13 da Lagonegro, grazie anche all’ottima vena in battuta dello schiacciatore Filippo Boesso.

Lo strappo avveniva sul 19-17 grazie ad un attacco vincente di Tartaglione: da questo punto in poi la formazione di Zambonardi teneva a bada le folate potentine, portandosi sul più 3 (21-18) grazie ad un pallonetto di Bisi.

I punti di Agnellini e Cisolla (2), fissavano il parziale sul 24 – 19, chiudeva il set l’errore in battuta del palleggiatore Piazza, che consegnava il set ai padroni di casa 25-20.

Secondo set con il sestetto bianco blu subito avanti 4 – 2, con Bisi in vena di pallonetti vincenti, e Lagonegro forse già appagata dal grande risultato raggiunto della salvezza, che reagiva con poca concentrazione ed ancor meno mordente agli attacchi veementi e rabbiosi dei tucani.

Il palleggio poco preciso di Piazza non aiutava Da Silva Gabriele e Boesso, ne approfittava la Centrale McDonald’s che scappava sull’11-5. I sei punti di vantaggio venivano gestiti con oculatezza da parte di Cisolla e compagni, che dilagavano sul 15-6 mettendo in cassaforte il set. Sul 20-11, si registrava l’ingresso in battuta di Paolo Crosatti, vecchia conoscenza biancoblu e protagonista dal 2009 al 2015 della doppia promozione dalla B1 alla serie A2, chiamato a dar manforte in questo ultimo e decisivo scorcio di stagione.

Sul 23 -13 l’esordio in serie A2 all’età di 17 anni di Nicola Lazzari proveniente dal settore giovanile dell’Atlantide Pallavolo Brescia, ricordava a tutti i presenti il prezioso lavoro in questi 16 anni di storia fatto dalla società e dal settore giovanile, che ci si augura non venga cancellato da una amara quanto ingiusta retrocessione della prima squadra.

Sulle ali dell’entusiasmo la squadra di Zambonardi chiudeva anche la seconda frazione di gioco 25-16.

Ancora Centrale McDonald’s nel terzo set, con Lagonegro che tentava di rientrare nel match. Troppo differenti tuttavia le motivazioni tra le 2 squadre.La squadra di Falabella tentava a metà frazione una reazione d’orgoglio, ma la serata era solo di marca bianco blu. Il set terminava 25-20 a favore di Brescia e la partita grazie ai 3 set a 0, regalava 3 punti e terzo posto nella Pool Salvezza , complice anche la sconfitta di Alessano a Castellana Grotte.

Ora quindi per Brescia, ultima fase del campionato per conseguire la salvezza: una sfida al meglio delle 5 partite (di cui 3 in casa su 5) ad iniziare da lunedì ore 20,30 in casa contro, Cantù.