Belluno sceglie il centro diocesano per presentarsi alla città

49
Foto Da Rold Logistics Belluno

Di Redazione

La Da Rold Logistics Belluno si presenta alla città e, in generale, al territorio. Lo farà domani sera (mercoledì 14 settembre, alle 19), al Centro diocesano Giovanni XXIII di piazza Piloni, dove si alzerà il sipario su tutte, ma proprio tutte le squadre che arricchiranno la stagione sotto rete. 

Una stagione iniziata sotto i migliori auspici. E con un indimenticabile biglietto da visita: il confronto amichevole di venerdì scorso con i vice campioni d’Europa dell’Itas Trentino, che ha richiamato alla Spes Arena circa 700 spettatori. Ancora una volta, quindi, ha risposto in maniera straordinaria un pubblico che, alla competenza, abbina una profonda passione e un dilagante entusiasmo. E ad alimentare questa “volley-mania” non può non contribuire il titolo mondiale conquistato dalla Nazionale azzurra in Polonia. Sì, perché il trionfo di Giannelli e compagni è destinato a giovare all’intero movimento pallavolistico italiano e, perché no, ad aumentare il numero di tesserati per lo sport dei palleggi e delle schiacciate. Magari anche all’ombra delle Dolomiti. 

La presentazione al Giovanni XXIII è affidata a un professionista come Nicolò Dalla Gasperina, che introdurrà i saluti istituzionali di Provincia e del Comune capoluogo, oltre a quelli del grande artefice del progetto targato DRL: il presidente Sandro Da Rold

Durante la serata, saranno svelati tutti i componenti dello staff tecnico, dirigenziale e della società. E un occhio di riguardo verrà dedicato al settore giovanile, passato interamente sotto la gestione della Da Rold Logistics Belluno. Il gran finale, invece, non può che essere rivolto ai protagonisti del prossimo campionato di Serie A3 Credem Banca: dai nuovi arrivati Novello, Saibene, Guastamacchia e Stufano, passando per i giovani Guolla e Galliani (promossi in pianta stabile in prima squadra), fino a capitan Alex Paganin e al vice Giovanni Candeago, al regista Maccabruni, al libero Martinez, al talentuoso Graziani e a tutti gli altri. 

(fonte: Comunicato Stampa)