Ancora problemi per la Polonia: il ritorno da Napoli è un’odissea

69
Foto Pinelli/Fipav

Di Redazione

Non bastavano le tre sconfitte subite nel DHL Test Match Tournament di Napoli e i problemi fisici di alcune giocatrici: a preoccupare Stefano Lavarini, CT della Polonia femminile, ci si è messo anche un viaggio di ritorno quantomeno avventuroso. Giovedì scorso il volo dall’Italia, come racconta il portale Strefa Siatkowki, è partito in ritardo e non ha permesso alle polacche di arrivare in tempo a Zurigo per salire sull’aereo per Cracovia. La ricerca di una sistemazione alternativa non è stata facile e la delegazione si è dovuta dividere: 4 giocatrici a Varsavia via Vienna, altre 11 con i fisioterapisti a Cracovia passando da Monaco di Baviera e il resto del gruppo via Francoforte.

Ma non è finita qui: anche il volo da Zurigo a Monaco ha subito un ritardo che ha impedito alle atlete di imbarcarsi, e così la situazione si è ripetuta. Le giocatrici hanno dovuto pernottare in aeroporto (la compagnia aerea non ha fornito un hotel) e suddividersi ulteriormente su tre diversi voli: le ultime 6 sono arrivate in Polonia soltanto venerdì sera, dopo quasi 36 ore di viaggio, e più di un componente del gruppo ha lamentato lo smarrimento dei bagagli.

Dettagli tutt’altro che irrilevanti, considerando che la Polonia ha davanti a sé soltanto pochi giorni di preparazione: venerdì 23 settembre la squadra di Lavarini debutterà nei Campionati Mondiali contro la Croazia, tra l’altro in trasferta ad Arnhem, prima di tornare a casa (a Gdansk) per le restanti partite del girone contro Thailandia, Corea del Sud, Repubblica Dominicana e Turchia.

(fonte: Strefa Siatkowki)