Volleymercato: Kody saluta Reggio Emilia e si accasa a Piacenza

137
Ufficio Stampa Reggio Emilia

I cambiamenti erano attesi e stanno arrivando puntuali in casa Conad.

Dopo aver affidato al nuovo tecnico Jan Held, un giocatore del calibro di Andrea Ippolito che torna a Reggio dopo le due stagioni già vissute al PalaBigi, la nuova Conad che sta nascendo dovrà rinunciare a giocatori decisamente importanti, coloro che l’avevano trascinata di nuovo al traguardo playoff, seppur con l’eliminazione arrivata già nei quarti di finale. E’ ufficiale la firma di Ludovico Dolfo a Bergamo, con il martello pronto ad affrontare l’avventura in A2 con la Caloni, da rivale quindi della compagine giallorossa, ma soprattutto se ne andrà anche il punto di riferimento a livello realizzativo.

Si tratta, come riporta Il Resto del Carlino – Ed. Reggio Emilia,  di Yvan Arthur Kody, il gigante camerunense che, dopo tre stagioni al Volley Tricolore che l’hanno lanciato all’attenzione dell’universo pallavolistico, ha iniziato a ricevere offerte decisamente importanti dalla massima serie. Sarà quasi certamente Piacenza a far esordire il “puma” in Superlega, con la Conad ora costretta a trovare un opposto di grande qualità per competere ad alti livelli nel prossimo campionato di cadetteria.

Dopo due campionati di A2 intorno ai 200 punti, nell’ultima stagione ne ha realizzati 613, risultando il secondo bomber in assoluto.

«Sì, è proprio così, vado a Piacenza – sono le prime parole dell’ex opposto reggiano – con il mio procuratore Marco Mancino abbiamo deciso che questa era un’opportunità da non lasciarsi scappare. Approdare nella massima serie italiana è davvero una bella soddisfazione». Ma Piacenza punterà tutto su di lei oppure sarà costretto a giocarsi il posto da titolare? «Sinceramente non ho parlato ancora con il coach Alberto Giuliani, ma credo che nel mio ruolo cerchino un altro giocatore d’esperienza che potrebbe anche essere Fei. Così vedremo durante la preparazione su chi vorrà puntare, per me è già molto importante essere arrivato in Al». Si sente pronto al salto? «Beh, credo di essermi fatto una bella esperienza con la Conad, tre anni che per me saranno indimenticabili. Sono arrivato che non conoscevo una parola d’italiano e ben poco del vostro Paese, credo di essere cresciuto sul lato umano, tecnico e agonistico. A questo punto ho un’opportunità davvero importante in cui posso ancora crescere.

«Era un’opportunità da non lasciarsi scappare è una bella soddisfazione». Ora però ha staccato? E’ in giro per l’Europa? «Sì – ride Kody – adesso sono in Spagna, ma sono stato diverso tempo in Francia. Praticamente in ogni città ho qualche parente ” Di Reggio cosa si porterà? «Mi spiace davvero lasciare la società che mi ha lanciato, così mi porto dietro una bella esperienza e tre anni importanti. Tornerò di sicuro a fare qualche giro e salutare gli amici. Alla Conad auguro ogni bene: siamo sempre arrivati ai play-off e chissà che la prossima stagione non sia quella buona per la promozione».