Volley Mercato: Marra rimane a Vibo Valentia!

187
Ufficio Stampa Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia

Ufficiale, Davide Marra vestirà ancora la maglia della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia. Ad annunciarlo il Presidente Pippo Callipo durante la conferenza stampa di presentazione del nuovo coach Lorenzo Tubertini:

Insieme a noi ci sarà ancora Davide Marra – ha sottolineato il Presidente Pippo Callipo – il secondo allenatore Antonio Valentini e il preparatore atletico Pasquale Piraino”. Dunque, il libero di Praia a Mare sarà ancora il pilastro della seconda linea giallorossa per la terza stagione consecutiva e ritroverà mister Tubertini che, nel ruolo di secondo allenatore, ha avuto già modo di conoscere ed apprezzare nelle stagioni trascorse a Piacenza.”

Intanto tiene banco ancora il fatto palazzetto. Il Patron calabrese reagisce cosi alla questione capienza:

Essere Super non vuol dire avere 3000 posti a sedere in un palazzetto. Essere Super vuol dire essere corretti, rispettare le regole, pagare i giocatori e tutto il resto. Non è una regola stabilita e sono tutti coalizzati, eccetto la società di Modena. Tutto il Sud, da Perugia in giù rimarrà fuori. Noi, Latina, Molfetta, Sora e anche Castellana Grotte se dovesse essere promossa. La pallavolo finirà a Perugia. Al Nord, la Lega Pallavolo e le nove società favorevoli sono peggio della Lega Nord. Vogliono fare la loro Lega, si vogliono spostare con l’autobus a poche ore una dall’altra, farsi il loro campionato e divertirsi. Quello che percepisco è che del movimento pallavolistico, di sviluppare questo sport in Italia non gliene importa niente. Loro guardano solamente il loro problema, vorrebbero un campionato a dieci squadre del Nord da Perugia in su. Abbiamo un presidente di Lega che credo sia abbastanza vigile, non si può dividere l’Italia in due. Sono il primo a dire: rispettiamo le regole e sono il primo a rispettarle. Ieri, insieme alle altre società del Mezzogiorno, abbiamo mandato una lettera al presidente della Federazione Cattaneo perché affronti la cosa con serenità e attenzione. Noi non chiediamo nessuna raccomandazione, non ne abbiamo bisogno, però abbiamo bisogno di rispetto”.