Volley Mercato: in casa UYBA arriva la schiacciatrice Wilhite

230
Christopher Mitchell/SportShotPhoto.com

Dopo le conferme di Diouf, Stufi, Spirito, Berti e Negretti, in casa UYBA si inizia a guardare oltre oceano. Pare infatti, che il primo acquisto straniero delle farfalle, arrivi direttamente dagli USA. La giocatrice in questione è la schiacciatrice statunitense, Sarah Wilhite, nominata giocatrice dell’anno nel dicembre scorso.

A riportarlo la Prealpina:

Primo colpo sul mercato delle straniere per l’Unet Yamamay che sta per mettere sotto contratto la statunitense Sarah Wilhite. Ventidue anni da compiere il prossimo luglio, la schiacciatrice originaria di Eden Prairie è stata nominata nello scorso dicembre giocatrice dell’anno dall’associazione dei tecnici statunitensi risultando la prima atleta dell’università del Minnesota ad aggiudicarsi questo riconoscimento. Buonissima attaccante, uno dei profili più interessanti che sono usciti quest’anno dal campionato universitario, e con gli stessi premi in bacheca vinti in passato da giocatrici che poi hanno sfondato, Sarah Wilhite sarà alla prima esperienza nel volley professionistico.

Una giocatrice molto interessante che dovrà lavorare parecchio per migliorare un bagher di ricezione ancora “precario” ma che ha avuto un mentore di grandissimo livello in Hugh McCutcheon, già tecnico di entrambe le Nazionali a stelle a strisce (oro olimpico coi maschi nel 2008 e argento con le donne nel 2012). L’allenatore tre anni fa l’ha inserita nel suo primo programma di reclutamento dei Minnesota Gophers e l’ha cresciuta fino a portarla ad essere la migliore nell’ultima stagione quando ha ereditato la leadership della squadra da Daly Sanfana approdata nel campionato francese.

Lo stesso McCutcheon ne ha elogiato le capacità in difesa definendola «una giocatrice molto completa». L’arrivo di Wilhite va ad aggiungersi a quello ormai da tempo annunciato di Alessia Gennari, ma la statunitense, almeno sulla carta, non è considerata un tassello da sestetto titolare“.

Una formazione, quella di Busto Arsizio, che punterà molto sulle giovani.