Trento-Brusno, Saja soddisfatto del test: “Utile soprattutto per togliere un po’ di ruggine”

56
foto Marco Trabalza

Di Redazione

Il primo test della stagione, l’allenamento congiunto svolto al Sanbàpolis con la formazione slovacca del Pirane Brusno, ha regalato indicazioni interessanti a Stefano Saja, che ha finalmente potuto verificare sul campo lo stato di salute della formazione gialloblù dopo le prime settimane di preparazione pre-campionato.

All’allenamento hanno partecipato dodici delle tredici atlete della rosa trentina, con l’unica eccezione di Jessica Joly: la laterale dell’Itas Trentino nei giorni scorsi ha infatti accusato un problema di carattere muscolare. L’atleta verrà sottoposta ad accertamenti diagnostici nei prossimi giorni per valutare l’entità dell’infortunio e i conseguenti tempi di recupero. Con le slovacche del Pirane Brusno è andato in scena un allenamento congiunto con cinque mini set che hanno sorriso nel punteggio a Fondriest e compagne.

“E’ stato un primo test utile soprattutto per togliere un po’ di ruggine e ritrovare finalmente una squadra avversaria dall’altra parte della rete – spiega Stefano Saja, allenatore dell’Itas Trentino -. Un allenamento che ci ha dato la possibilità di iniziare a vedere dove abbiamo bisogno di concentrare il nostro lavoro nelle prossime settimane e capire a che punto siamo con la costruzione del nostro sistema di gioco”.

Ho ricevuto indicazioni positive e interessanti: le ragazze hanno mostrato una grande attenzione e volontà, pur essendo solamente all’inizio del nostro percorso ed essendoci quindi molti aspetti nei quali chiaramente dobbiamo ancora migliorare”.

C’è una novità nel programma dei prossimi giorni. Il test previsto per venerdì 16 settembre contro la Rothoblaas Volano è stato annullato per problemi dell’ultimo momento verificatisi tra le fila lagarine. Le gialloblù torneranno in campo dunque sabato 17 settembre alle 16.30 al PalaGoldoni di Vicenza per affrontare l’Anthea.

(fonte: Comunicato stampa)