Superlega Play Off: un’impeccabile Perugia manda Trento alla "bella"

171
Foto: Michele Benda

Detto, fatto. Annullare il match-point e giocarsi tutto alla bella, era questa la missione che stasera doveva compiere la Sir Safety Conad Perugia, sfruttando il fattore Pala Evangelisti per provare a pareggiare le serie di semifinale scudetto, è cosi è stato. Nella partita da dentro e fuori i casalinghi trovano nel loro “Magnum” l’uomo in più  l’Mvp di giornata  con percentuali altissime in attacco (59%) mettendo a terra 22 palloni vincenti .

Trento è riuscita a rispondere colpo su colpo per buona parte del match, affidandosi anche al gioco al centro (Solè 60%, Van de Voorde in doppia cifra), ma faticando di più su palla alta, dove solo Stokr (11 punti col 50%) è riuscito a passare con una certa continuità.

Nel giorno della verità Coach Bernardi si affida come di consueto a De Cecco-Atanasijevic diagonale di posto due, Birarelli e Podrascanin al centro, Zaytsev e Berger in banda e la coppia Bari-Tosi a dividersi i compiti in seconda linea. Lorenzetti risponde con Giannelli in regia e Stokr opposto, Solè-Van de Voorde centrali, Urnaut e Lanza in banda e Colaci libero.

1°set: il primo break ha la firma degli ospiti con  Solè (4-6), Trento continua ad essere avanti con Urnaut (12-13), ma è con Berger che Perugia aggancia e supera (15-13).  Atanasijevic non vuole essere da meno e  mette a terra il  +4 (18-14). Perugia mantiene il minibreak usufruendo dell’errore al servizio di Giannelli (23-21). Il pallone successivo lo chiude Atanasijevic che porta la Sir al set point (24-21) concretizzato poi da Berger (25-21).

2°set: secondo parziale all’insegna dell’equilibrio con una serie di errori al servizio da ambo le parti (9-11). Arriva la parità con il muro di Birarelli (13-13). Atanasijevic non ci sta e ne mette due in fila (17-17) trovando anche un ace nell’angolino di posto cinque. Grazie a due errori dei dolomitici (prima pipe in rete di Lanza poi attacco fuori  di Stokr) Perugia arriva al set point (24-20) conquistato dopo un errore al servizio di Urnaut (25-21).

3°set: Perugia vuole chiudere la pratica “Gara 4” e parte forte con il suo opposto serbo (2-0) che mantiene anche il doppio vantaggio bianconero (5-3). Trento non vuole essere spettatrice ed accorcia con il muro di Van de Voorde (8-7). Bel pallonetto di Urnaut, poi errore di Podrascanin e si torna in parità (11-11). Vantaggio Diatec con l’ace di Van de Voorde (11-12). Perugia ribalta con l’ace di Atanasijevic (14-13). Ace di Van de Voorde (18-19). Atanasijevic va a segno con l’attacco del 22-22 e regala il match point Sir (24-23)trovato subito dopo dal muro dei Block Devils che ferma Lanza  (25-23).

 

Servirà, dunque, la quinta ed ultima gara della serie dei quarti di finale – da giocare al PalaTrento sabato 22 aprile alle ore 18 – per decretare chi fra Diatec Trentino e Sir Safety Conad Perugia accederà alla Finale dei Play Off Scudetto UnipolSai. Ad attendere la vincente di gara 5 in finale c’è già Civitanova, che si è qualificata per l’ultimo atto espugnando Modena ma offrendo anche a Trento allo stesso momento la qualificazione alla prossima CEV Champions League.

 

Sir Safety Conad Perugia-Diatec Trentino 3-0

(25-21, 25-21, 25-23)
SIR SAFETY CONAD: Atanasijevic 22, Berger 13, Birarelli 7, De Cecco 1, Zaytsev 6, Podrascanin 8, Bari (L); Tosi (L), Buti, Mitic, Chernokozhev. N.e. Paris, Franceschini e Della Lunga.  All. Lorenzo Bernardi.
DIATEC TRENTINO: Solé 6, Stokr 10, Lanza 5, Van de Voorde 11, Giannelli 1, Urnaut 9, Coalci (L); Nelli, Antonov 1. N.e. Burgsthaler, Mazzone T., Blasi, Chiappa, Mazzone D. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Rapisarda di Udine e Goitre di Torino.
DURATA SET: 29’, 27’, 30’; tot  1h e 26’.