Scivolone della capolista! Filottrano cade in terra lombarda

182
Scivolone della capolista! Filottrano cade in terra lombarda

In una giornata che valeva la promozione diretta nella massima serie, la Lardini Filottrano incappa in una serata no e lascia l’intera posta in palio alle padrone di casa. L’applauso finale alla squadra degli oltre trecento tifosi che colorano e animano il PalaYamamay resta l’immagine da conservare di una serata nella quale alla Lardini non trova il successo risolutivo. Vince la Sab Grima Legnano e per la prima volta in stagione la formazione filottranese resta a mani vuote, perdendo in tre set una gara a lungo equilibrata e nella quale la Lardini ha buoni spunti in avvio, ma non riesce a girare la partita a proprio favore.

Coach Bellano conferma il sestetto schierato contro Olbia: Scuka è ancora indisponibile, Negrini stringe i denti per un problema alla schiena, Tosi mette a terra i primi due palloni che le serve Bosio (1-2). Il primo break (4-6) porta la firma di Vanzurova, la fast di Cogliandro vale il 6-9, tentativo di fuga stoppato dal muro di Furlan (8-9). La serie al servizio di Facchinetti frutta tre ace consecutivi (11-9), la Lardini soffre in ricezione (48% di positive nel primo set) e gli attacchi di Coneo segnano il +5 della Sab Grima (15-10). Tosi e Vanzurova (10 punti in due nel set) rimettono in moto Filottrano (15-12), che torna a -2 con il primo tempo di Mazzaro (17-15). Grigolo e Mingardi riallargano in maniera decisa la forbice (22-15), la Lardini prova a rendere meno scontato il finale (23-18) e dopo il tocco di seconda di De Lellis (24-18), accorcia con Tosi e con il muro di Cogliandro (24-21) prima di veder spegnersi a fondo campo il servizio che garantisce l’1-0 a Legnano.

Sul turno in battuta (con due ace) di Cogliandro la Lardini costruisce un buon avvio di seconda frazione (1-4), ma la Sab Grima rimette subito in equilibrio il set (4-4). Filottrano torna a mettere la testa avanti (7-9), conserva il break con il muro di Bosio (10-12), ma Grigolo e De Lellis non la fanno scappare (14-14). La Sab Grima viaggia forte in attacco (50% nel set) e approfitta di un paio di errori filottranesi per lanciarsi sul 20-17, Tosi (55% in attacco) accorcia con tre punti di fila (21-20), ma il muro di Grigolo (23-20) e Mingardi spingono Legnano sul 2-0.

Come nei parziali precedenti, la Lardini parte forte anche nel terzo periodo, attaccando bene con Vanzurova e Tosi, allungando fino al 4-7 con Mazzaro. Il vantaggio dura poco, perché i turni al servizio di Facchinetti (ace del 6-7) e Grigolo (ace del 10-8) portano Legnano a fare ancora l’andatura. Negrini alza il muro (10-9), Filottrano tira fuori le unghie per rimanere agganciata alla Sab Grima (12-12), approfittando anche degli errori delle lombarde (18-18). E’ ancora il muro (di Bosio) a garantire la parità a quota 20, il tocco in primo tempo di Mazzaro porta al vantaggio esterno (22-23). Mingardi ribalta il punteggio (24-23), ma spreca il primo match-point, Vanzurova poi annulla il secondo (25-25). Il terzo tentativo è quello buono per Legnano, con Mingardi che stavolta non sbaglia.

SAB GRIMA LEGNANO – LARDINI FILOTTRANO 3-0

SAB GRIMA LEGNANO: De Lellis 3, Mingardi 23, Facchinetti 7, Furlan 6, Coneo 10, Grigolo 9, Paris (L); Bossi. N.e.: Figini, Muzi, Kosareva, Mazzotti. All. Pistola – Tettamanti.

LARDINI FILOTTRANO: Bosio 2, Vanzurova 17, Mazzaro 4, Cogliandro 9, Negrini 3, Tosi 14, Feliziani (L); Marangon, Cappelli. N.e.: Galazzo, Rita, Scuka. All. Bellano – Quintini.

ARBITRI: Carcione (Rm) e Del Vecchio (Tv).

PARZIALI: 25-21 (24’), 25-21 (24’), 27-25 (29’).

DURATA: 77’.

NOTE: Legnano: battute sbagliate 9, battute vincenti 5, muri 5, attacco 44%, ricezione positiva 73%. Lardini: b.s. 6, b.v. 3, mu. 4, att. 40%, ric. pos. 61%.