Play Off Serie A1 F: una Novara determinata si riporta in parità nella serie

160
FOTO FILIPPO RUBIN / LVF

Uno pari e palla al centro. Nel gergo calcistico si direbbe così ma è quello che è avvenuto stasera in un PalaIgor gremito in ordine di posto nel quale si affrontavano le padrone di casa di Novara e Modena per Gara2 della Finale Scudetto.

Le azzurrine si rifanno dall’esordio sfortunato in Gara1 e conquistano in tre set la seconda partita con le emiliane che lottano ma cedono 3-0 alle padrone di casa, anche a seguito di una pesantissima rimonta subita nel finale di secondo set .

Sestetti invariati rispetto a Gara-1. Coach Gaspari schiera Brakocevic opposta a Ferretti, Ozsoy e Caterina Bosetti in banda, Heyrman e Belien al centro, Leonardi libero. Fenoglio può contare su Barun, al palleggio c’è Dijkema, Piccinini e Plak in banda, Chirichella e Bonifacio al centro e Sansonna libero.

1°set: Liu Jo Nordmeccanica avanti con il muro di Bosetti e Igor alla parità con il primo tempo di Chirichella (4-4). Contrattacco di Brakocevic su cui Piccinini non arriva, 4-6. Ferretti non indirizza bene il bagher e Barun sigla il 6-6. Il servizio di Dijkema infastidisce le bianconere, muro su Ozsoy e poi l’ace del 9-6 che induce Gaspari a chiamare time out. Due errori di Brakocevic, il parziale azzurro prosegue fino all’11-6 che eccita il PalaIgor. L’attacco emiliano è in grande difficoltà, la prima linea di casa è attenta e Brakocevic è costretta a un altro errore (14-8). Due volte a segno Piccinini, brava a sfruttare a suo vantaggio le mani del muro modenese (16-10). La ricezione tiene e Plak fa 20-15. Sansonna tiene vivo il pallone sulla bordata di Brakocevic, pezzo di bravura di Piccinini e 22-15. Mazzata di Plak e la chiusura è affidata a Piccinini, praticamente perfetta nel 25-16 che consegna l’1-0 all’Igor.

2°set: Modena non ci sta e ingrana la quinta: 2-6 con Ozsoy e il muro di Heyrman su Piccinini. Parallela degna di nota di Barun, Ozsoy spedisce lungo e Piccinini sigla l’ace: Novara è già lì (6-6). La schiacciatrice turca mette a posto il mirino e infila il 7-9. Belien stampa prima Barun e poi la pipe di Piccinini che fa segnare l’8-11 .  La centrale belga ci mette anche il block-in e Fenoglio opta per il cambio in regia, fuori Dijkema e dentro Cambi. L’invasione di Ferretti dà fiato alle azzurre, che tornano a contatto approfittando della leggerezza di Brakocevic (14-16). A Belien risponde Bonifacio, invariate le distanze sul 16-18. Brakocevic non riesce a incidere, doppio errore e Gaspari inserisce Bianchini (18-19). Che subito si prende la scena con il punto del nuovo +3 (18-21) e con il servizio che consente il contrattacco di Heyrman: 19-23 e Fenoglio ferma tutto. Deve fare lo stesso Gaspari quando Barun stordisce Ozsoy con l’ace del 21-23. Si rientra e la croata bissa per il boato del PalaIgor (22-23). Heyrman lo spegne sensibilmente con la fast. Primo set point annullato da Piccinini, il secondo da Chirichella che mura Heyrman. Sorpassa addirittura Novara, approfittando dell’errore della centrale (il Video Check ribalta la decisione del primo arbitro che aveva visto un tocco a muro): 26-25. Ozsoy pareggia, ma Bianchini manda out. Difesa pazzesca della difesa azzurra, Barun ha la palla buona e non tradisce, mandando il PalaIgor in visibilio: 27-25 e 2-0.

3°set: Modena ne risente e spegne la luce partendo subito 6-1 con le botte di Barun e il muro di Chirichella. Brakocevic è di nuovo in campo, mentre Caracuta sostituisce Ferretti. Heyrman resta l’attaccante più servita e fa 7-5 con il block-out. Il Video Check conferma l’ace di Chirichella, 9-5. Con un paio di muri di Belien Modena si fa rivedere (11-10), ma l’errore di Brakocevic e lo schiaffo di Barun riportano la Igor in posizione più comoda (15-11, time out Gaspari). Tocca sempre all’opposta croata togliere le castagne dal fuoco, 16-13. Dentro Alberti per alzare la prima linea e la centrale colpisce immediatamente per il 18-15. C’è anche Bonifacio, muro più primo tempo e 21-17. Non molla capitan Brakocevic, che sul turno di servizio di Marcon, infila tre attacchi consecutivi per il 21-20 (time out Fenoglio). Chirichella risponde presente a muro, 23-20. Gaspari si gioca l’ultima arma, ovvero Bianchini al servizio: 23-22. Ferretti non contiene Barun, due match point Igor. Il primo lo annulla Heyrman, sul secondo ancora una straordinaria Barun abbatte la difesa azzurra per il 25-23.

Tutto in parità dunque nella serie tricolore: l’Igor potrà contare di nuovo sul pubblico amico in Gara-3, in programma sabato sera alle 20.45, in diretta su Rai Sport + HD.

IGOR GORGONZOLA NOVARA – LIU JO NORDMECCANICA MODENA 3-0 (25-16, 27-25, 25-23)

IGOR GORGONZOLA NOVARA: Alberti 1, Cambi, Plak 10, Donà, Pietersen, Bonifacio 8, Chirichella 12, Sansonna (L), Piccinini 12, Dijkema 1, Zannoni, Barun-susnjar 18. Non entrate Barcellini. All. Fenoglio.LIU JO NORDMECCANICA MODENA: Caracuta 1, Brakocevic Canzian 7, Belien 8, Valeriano, Heyrman 12, Leonardi (L), Marcon, Bosetti 10, Ferretti 1, Ozsoy 8, Bianchini 1. Non entrate Petrucci, Garzaro. All. Gaspari. ARBITRI: Bartolini, Braico. NOTE – Spettatori 3500, durata set: 26′, 32′, 27′; tot: 85′.