Mondiali al via, De Gennaro: “Siamo più mature e consapevoli”

531

Di Redazione

Tutto è pronto per il via al Campionato Mondiale femminile. Le azzurre hanno raggiunto ieri la città di Arnhem, in Olanda, dove si disputerà la prima fase della rassegna iridata.

Un gruppo collaudato e nel pieno della sua maturità sportiva quello dell’Italia, che alla vigilia del torneo si posiziona al terzo posto nel ranking globale. L’esordio italiano è fissato per sabato 24, quando Sylla e compagne affronteranno il Camerun. Portorico, Belgio, Kenya e Olanda saranno le altre avversarie nella prima fase del torneo.

Un partenza così ci aiuterà a prendere confidenza con il clima del torneo per trovare progressivamente il ritmo partita e quell’intensità che ci ha permesso di vincere la Volley Nations League” spiega Monica De Gennaro, alla sua terza esperienza ai Mondiali, in un’intervista a Diego De Ponti per Tuttosport.

Ci siamo preparate con tanta dedizione. Tutte noi siamo impazienti di entrare in campo e giocarcela fino in fondo – continua il libero azzurro – . Sappiamo che ci sono grandi aspettative ma questo non ci condiziona: la pressione c’è sempre ma noi sappiamo di essere una squadra forte. Tutti ci considerano le favorite…queste valutazioni sono sensate ma sono chiacchiere perchè poi conta solo il campo“.

Le aspettative sono alte per le ragazze di Davide Mazzanti, che hanno un compito difficile, ma non impossibile: riportare in Italia il titolo mondiale dopo 20 anni. Già quattro anni fa, a Yokohama, le azzurre avevano sfiorato l’impresa, andando a giocarsi la finale con la Serbia e chiudendo al secondo posto…

Oggi siamo una squadra più matura e più consapevole – assicura De Gennaro – . L’approccio sarà sicuramente diverso. Allora eravamo una sorpresa e noi stesse non ci aspettavamo di arrivare fino alla finale. Oggi siamo molto più consapevoli dei nostri punti di forza“.

Questa è una squadra che ha imparato a trovare, nelle difficoltà, le soluzioni giuste. Sappiamo di poter fare affidamento su giocatrici importanti. Quello che vogliamo ora è immergerci nel torneo e far crescere partita dopo partita l’intensità. Dobbiamo pensare solo a questo” conclude.

(fonte: Tuttosport)