Ipag Sorelle Ramonda è arrivato il momento del primo test di precampionato

69
Foto Union Volley Montecchio / Muliere

Di Redazione

Venerdì 23 settembre, alle 16.30, scatterà l’ora del primo allenamento congiunto per Unione Volley Montecchio Maggiore – Ipag Sorelle Ramonda. La squadra guidata dal coach Marco Sinibaldi ospiterà al Palaferroli, a San Bonifacio, l’Us Torri, team di serie B2 under 18 di Torri di Quartesolo che quest’anno è affidato ad Alessandro Giovannetti.

Tra Montecchio e Us Torri c’è in atto un accordo pluriennale, giunto al settimo anno, che consente di creare delle sinergie molto interessanti: da un lato stimola la crescita del settore giovanile e dall’altro dà l’opportunità alle atlete promettenti di avere in casa la possibilità di approdare alla serie A.

“Continua la preparazione del gruppo squadra, che vedrà aggiungersi alla sessione di allenamento di venerdì prossimo anche le atlete di Us Torri – sottolinea Carla Burato, presidente di Ipag Ramonda – L’attività si inserisce nel progetto formativo di collaborazione e accrescimento sportivo, con l’intento di estendere le competenze oltre gli allenamenti praticati dalla serie A, sotto la guida attenta di Marco Sinibaldi. Siamo un club concreto: le attività rivolte al settore giovanile, seguito da Fabio Maraia, sono il nostro biglietto da visita più rappresentativo della filosofia che ci contraddistingue”.

Foto Us Torri

Us Torri punta ad alzare l’asticella del percorso di crescita da anni intrapreso, contando su un vivaio di ben 150 atleti dal minivolley all’under 18. “L’allenamento congiunto con Montecchio è un’esperienza importante, che serve alle nostre ragazze per capire qual è il livello raggiunto e dove migliorare – sottolinea il direttore sportivo Dario Tagliabue – Abbiamo ingaggiato Giovannelli, uno dei migliori allenatori in ambito nazionale, per aumentare il valore della società nei confronti delle atlete, aprendo loro nuove opportunità di crescita. Siamo sempre più un riferimento ad ampio raggio, con giovani che arrivano da tutta Italia, che accogliamo nelle nostre foresterie agevolando le famiglie sia nelle problematiche relative alle distanze, sia nell’aiutare le ragazze nel coniugare studio e pratica sportiva. L’obiettivo è di accompagnare le atlete qualitativamente verso il salto in altre categorie, con il possibile traguardo della serie A”.

(fonte: Comunicato Stampa)