Home Serie A A2 Femminile Futura e Club Italia, "ignoranza" al potere: "A volte serve giocare senza...

Futura e Club Italia, “ignoranza” al potere: “A volte serve giocare senza pensare”

Di Stefano Benzi

La partita tra Futura Volley Giovani e Club Italia giocata domenica pomeriggio e vinta dalla squadra bustocca per 3-1 è stata significativa per molti motivi. Intanto è stata la sfida tra le due squadre anagraficamente più giovani della Serie A femminile. Poi è stato il ritorno in campo delle Azzurrine dopo oltre un mese di assenza e tantissime difficoltà. E le squadre hanno onorato l’impegno con una gara splendida. Per intensità, determinazione e ferocia agonistica è stata una grande partita. Caratterizzata da tanti errori e da una valanga di improvvisazione. Ma forse anche per questo così divertente.

La pallavolo imperfetta può anche essere divertente? A giudicare da quello che si è visto nel piccolo impianto dell’Oratorio San Luigi di Busto decisamente sì. Se si fa eccezione per gli errori in battuta (molti), non si è visto un punto uguale all’altro. Tanti, davvero tanti gli scambi interminabili. Uno nel corso del terzo set sembrava un videogame: 31 tocchi. Li abbiamo contati. Recuperi estremi, errori rimediati, salvataggi imprevedibili, il tutto in una foga agonistica frenetica. Non è stata la miglior pallavolo possibile: ma si sono viste due squadre giovani che hanno messo in campo tutto quello che avevano, anche a costo di sbagliare e di rimediare una brutta figura. Il tutto con un coraggio scriteriato che è tipico dei giovanissimi.

Merito della Futura quello di avere avuto un po’ più di intensità nei momenti chiave e tutti i cambi giusti al momento giusto. Latham si spegne ed ecco la sorprendente Vecerina, che quando si esaurisce lascia spazio a Zingaro. Su tutte Francesca Michieletto, un coraggio da leone a buttarsi su qualsiasi pallone le capitasse ad altezza mancina picchiando come una forsennata. Tanti errori anche in attacco: ma senza mai rinunciare a provarci.

Una pallavolo imperfetta, se vogliamo anche un po’ ‘ignorante’, termine che il tecnico della Futura Luca Chiofalo, secondo di Matteo Lucchini, ancora assente, fa proprio: “Questa ‘ignoranza’ la amiamo – dice Chiofalo – il gergo pallavolistico definisce così quella ventata di aria fresca che una ragazza giovanissima porta sul campo. A volte si trovano lì e quasi senza pensare, fanno quello che sanno fare e tutto va bene. Altre ci provano, buscano due o tre muri di fila, e si fanno del male. Siamo tutti convinti che se queste ragazze devono crescere devono anche poter giocare. E sbagliare fa parte del loro processo di maturazione. Gli errori non sono mai facili da accettare e a volte pesano più del dovuto: ma avere una ragazza in panchina e buttarla in campo in un momento di difficoltà, spesso porta questa giocatrice a scoprire risorse di sé importanti che a volte possono anche fare la differenza“.

Anche il tecnico del Club Italia Massimo Bellano, che da anni lavora con talenti giovanissimi, sottolinea questo aspetto: “La soddisfazione che si ha nel lavorare con talenti grezzi ancora parzialmente inespressi è grande. Occorrono tempo, pazienza, la capacità di capire i momenti all’interno della partita e della stagione in un’evoluzione che è tecnica ma anche caratteriale. Ma le soddisfazioni arrivano. Stiamo vivendo un anno difficilissimo: queste ragazze hanno lavorato sempre, tutti i giorni, con lo stesso impegno anche quando non eravamo nemmeno in grado di fare una sfida sei contro sei perché avevamo troppe ragazze malate. Sono in palestra da mesi: ma hanno giocato solo quattro partite. Abbiamo perso, ci manca il ritmo gara, faticheremo a tirare fuori tutti i valori che questa squadra può avere ma io sono molto contento di loro. E sono certo che quello che queste ragazze sanno esprimere verrà fuori. É  la squadra più giovane in assoluto, crescerà, continuando a giocare consapevole anche degli errori che commetterà“.

In un Club Italia in cui la stragrande maggioranza delle atlete è esordiente in Serie A, domenica in campo c’erano giocatrici con pochissime presenze: un opposto di 16 anni (Ituma), nessun libero di ruolo, un sestetto titolare con un’età media inferiore ai 18 anni, e l’ennesima esordiente assoluta, Alice Trampus.

Dicembre

Gennaio 2021

Febbraio
L
M
M
G
V
S
D
28
29
30
31
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
1
2
3
4
5
6
7
Events for 28 Dicembre
Events for 29 Dicembre
Events for 30 Dicembre
Events for 1 Gennaio
Nessun evento
Events for 2 Gennaio
Events for 3 Gennaio
Events for 4 Gennaio
Nessun evento
Events for 5 Gennaio
Events for 6 Gennaio
Events for 7 Gennaio
Events for 8 Gennaio
Nessun evento
Events for 9 Gennaio
Events for 10 Gennaio
Events for 11 Gennaio
Nessun evento
Events for 12 Gennaio
Events for 13 Gennaio
Events for 14 Gennaio
Events for 15 Gennaio
Nessun evento
Events for 16 Gennaio
Events for 17 Gennaio
Events for 18 Gennaio
Nessun evento
Events for 19 Gennaio
Events for 20 Gennaio
Events for 21 Gennaio
Events for 22 Gennaio
Nessun evento
Events for 23 Gennaio
Events for 24 Gennaio
Events for 25 Gennaio
Nessun evento
Events for 26 Gennaio
Events for 27 Gennaio
Events for 28 Gennaio
Events for 29 Gennaio
Nessun evento
Events for 30 Gennaio
Events for 31 Gennaio