B maschile, Davide Rosati è il nuovo libero della Canottieri Ongina

73
foto Canottieri Ongina

Di Redazione

A lui toccherà il compito di dirigere in campo la seconda linea giallonera, totalmente rinnovata dal mercato. Alla Canottieri Ongina, formazione piacentina di serie B maschile (girone A), il testimone di libero passa da Mattia Cereda (approdato a Parma in A3) a Davide Rosati.

Nato il 22 giugno 2000 a Crema (anche sua città di origine), Rosati è maturato per un biennio all’Imecon Crema, poi è cresciuto nel quadriennio al Valtrompia Volley, realtà di serie B maschile che più volte ha sfidato la Canottieri Ongina. C’è di più: in terra bresciana Davide è stato allenato anche da Gabriele Bruni, attuale tecnico dei piacentini.

“Questo aspetto – commenta il nuovo libero giallonero – è stato determinante nella mia scelta, con lui ho lavorato bene. Inoltre, cercavo nuovi stimoli e nuove esperienze e trovare una formazione che lotta sempre per migliorarsi e stare in alto ha rappresentato l’occasione giusta per me, oltre a essere una realtà che in questi anni ho avuto modo di vedere da avversario. Infine, ho conosciuto il direttore sportivo Donato De Pascali e il presidente Fausto Colombi e mi hanno fatto entrambi un’ottima impressione. Dalla prossima stagione mi aspetto di integrarmi bene nel gruppo per fare il meglio possibile, mentre come squadra cercheremo di raggiungere gli obiettivi che la società ci proporrà. Il mio modello di libero? Come un po’ per tutti, Jenia Grebennikov”.

“Con Davide – racconta il ds Donato De Pascali –  c’è stata unità di intenti fin dai primi contatti, perché dopo la lunga esperienza con Valtrompia desiderava aprire un nuovo capitolo non lontano da casa e noi avevamo desiderio di coprire lo spot di libero titolare con un’opzione valida tecnicamente ma anche votata in modo importante verso l’aspetto motivazionale. Pur essendo ancora particolarmente giovane, Davide ha già maturato importanti esperienze in categoria. Coach Bruni, avendolo allenato, conosce perfettamente le sue peculiarità tecniche e l’indole caratteriale del ragazzo”.

(fonte: Comunicato Stampa)