Aleksej Verbov lascia la panchina dello Zenit Kazan

LEADERBOARD_GPCAR_2008
Foto VC Zenit Kazan

Di Redazione

Aleksej Verbov non è più l’allenatore dello Zenit Kazan. Il club russo ha annunciato sul suo sito ufficiale che lo storico libero della squadra, dopo un solo anno in panchina, lascerà lo Zenit per allenare un altro club. Verbov, che inizialmente avrebbe dovuto ricoprire la posizione di assistente di Vladimir Alekno, è stato di fatto il primo allenatore del club in una delle sue stagioni più difficili, culminata con la clamorosa eliminazione dalla fase a gironi della Champions League. Lo Zenit ha comunque vinto la Coppa di Russia e chiuso al secondo posto la regular season del campionato.

Kazan era diventata una seconda casa per me e la mia famiglia – recita la dichiarazione ufficiale di Verbov – qui ho trascorso i migliori anni della mia carriera, ho vinto tanto come giocatore e iniziato la mia carriera da allenatore. Avrò molti bei ricordi ed emozioni e auguro alla squadra grandi successi per il futuro“. Ma in un’intervista a Business Online il tecnico ha ammesso: “Mi è stata fatta un’offerta per il rinnovo, ci ho pensato a lungo e ho deciso di voler lavorare in modo indipendente ed essere pienamente responsabile del risultato, di essere un allenatore in tutto e per tutto“.

La testata russa ha raccolto anche il parere dello stesso Alekno: “La decisione di Aleksey non mi offende. Credo di aver svolto il mio compito: gli ho dato l’opportunità di andare in panchina, ora tutti lo conoscono non solo come libero, ma anche come allenatore. Certo, a causa dell’inesperienza ha commesso qualche errore, ma non voglio parlarne ora. Per quanto mi riguarda, le mie condizioni di salute sono migliori e il prossimo anno tornerò ad allenare direttamente. Pensavo che Verbov potesse rimanere con noi, ma quando ha deciso di lasciare abbiamo capito la sua scelta“.

(fonte: Sport Business Gazeta)

LEAD_Alfapaint_istit