La Sir torna in palestra. Colaci: “Perugia pronta a ripartire”

LEAD_BASE_ALD
Foto: Michele Benda

Di Redazione

Dopo il giorno di riposo di ieri, torna in palestra la Sir Safety Conad Perugia. Allenamento tecnico e fisico per i Block Devils di Vital Heynen in preparazione al match d’andata dei quarti di finale di Champions League che vedrà i bianconeri partire già domenica alla volta della Siberia per affrontare poi mercoledì sera (alle 15:00 ora italiana) la formazione russa del Fakel Novy Urengoy.

Mentre per quello che riguarda la Superlega è ufficiale la nuova data di Sora-Perugia (che si sarebbe dovuta giocare domenica 1 marzo e che invece sarà recuperata mercoledì 18 marzo sempre al PalaCoccia di Veroli alle ore 20:30), l’attenzione e la concentrazione dei Block Devils sono adesso tutte per la massima competizione per club a livello continentale che si avvia ad entrare nella fase clou con le migliori otto d’Europa a caccia della finale di Berlino.

Sarà dura mercoledì allo Sport Palace Zvezdniy di Novy Urengoy. Il monito per tutti arriva dal più esperto in casa Sir, il libero Massimo Colaci:

Stiamo parlando di un quarto di finale di Champions, quindi evidentemente di una partita ricca di insidie, difficile da affrontate e con un viaggio lungo e complicato. Poi secondo me non si è capito bene il valore dell’avversario perché stiamo parlando di una squadra, quella del Fakel, di assoluto livello, completa, molto fisica come tutte le russe e con due schiacciatori (Volkov e Kliuka, ndr) tra i migliori in circolazione ed un libero che è il libero degli Stati Uniti (Shoji, ndr). Sarà importante il match d’andata. Avere il ritorno in casa è buon vantaggio, ma certamente fare risultato in Russia sarebbe già un bel passo in avanti”.

Colaci prosegue spiegando che Perugia è pronta a ripartire subito.

Veniamo ed usciamo da una Final Four di Coppa Italia che ci ha lasciato un po’ di amaro in bocca, ma sinceramente a me ha lasciato anche tanta consapevolezza perché ci siamo espressi su ottimi livello contro Modena e su buoni livelli contro Civitanova. La finale è stata una partita combattutissima, sono chiaramente dispiaciuto e rammaricato per il risultato, ma consapevole che possiamo raggiungere un livello di gioco molto molto alto e che abbiamo ancora del margine. Nello sport si vince e si perde, la cosa importante è dare sempre tutto e rendere merito all’avversario quando nella singola partita è più bravo di te. La Coppa Italia ormai è alle spalle e si riparte. Ci tuffiamo nella Champions, una competizione alla quale teniamo moltissimo e dove vogliamo arrivare in fondo”.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_BASE_ALD