Lungo stop per la BCC Castellana, Mastrangelo: “Ne approfittiamo per recuperare gli acciaccati”

LEAD_BASE_ALD
Foto New Mater Volley

Di Redazione

Proseguono, a porte chiuse e nel silenzio del Pala Grotte di Castellana, gli allenamenti della Bcc Castellana Grotte in questa inedita pausa invernale per il volley italiano. Tre settimane di stop tra il turno di riposo imposto al calendario del campionato di Serie A2 Credem Banca di pallavolo maschile per la disputa della finale di Coppa Italia e il blocco deciso dalla Fipav, congiuntamente alla Lega, per l’emergenza sanitaria legata alla diffusione del Coronavirus.

Lunga sosta che ha consentito allo staff tecnico della New Mater guidato da Vincenzo Mastrangelo di reimpostare la programmazione in vista del finale di stagione: “Dall’ultimo impegno del 16 febbraio ad Ortona fino al prossimo dell’8 marzo, saranno trascorsi 21 giorni – ha commentato il coach della Bcc Castellana Grotte – un periodo in cui abbiamo avuto la possibilità di fare un lavoro fisico che i tradizionali appuntamenti agonistici non ci hanno consentito. Voglio ringraziare lo staff e il preparatore atletico D’Elia, assieme alla squadra, per aver dimostrato sensibilità e capacità di adattamento a questa situazione. Stiamo approfittando di questi giorni per recuperare anche qualche acciacco fisico. Un lavoro che naturalmente avevamo in parte preventivato e che abbiamo implementato in relazione alle decisioni della Federazione. La squadra è serena, sta lavorando, si concentra sul campo e non vediamo l’ora di tornare in partita”.

Si lavora a porte chiuse, con il massimo della concentrazione, anche per migliorare e correggere quello che non ha funzionato nelle ultime due gare, con le sconfitte con Bergamo e Ortona: “Sicuramente stiamo cogliendo le opportunità di uno stop più dilatato per intervenire sulle problematiche che abbiamo riscontrato, ma anche per prepararci ad un finale di stagione che, a partire da fine marzo, ci auguriamo possa essere intenso e ricco di soddisfazioni – ha commentato Mastrangelo – Dobbiamo avere soprattutto un approccio positivo, essere spinti ma al tempo stesso stimolare il nostro pubblico e l’ambiente”.

Si riparte da due impegni in trasferta, sullo stesso campo (il Pala Parenti di Santa Croce) contro Calci e Santa Croce, appunto: “Due gare difficili contro formazioni di livello – ha precisato il coach originario di Gioia del Colle – Ma è anche vero che da ora in poi sono tutte difficili. Conterà far crescere l’entusiasmo soprattutto. Il posizionamento in classifica diventa relativo se hai entusiasmo e una condizione di forma fisica e mentale adeguata. La classifica al termine delle 22 giornate poi ci dirà quale sarà il nostro cammino nei playoff. Chiaro che arrivare il più in alto possibile ha i suoi vantaggi in ottica promozione. Soprattutto per il fattore casa”.

(fonte: Comunicato stampa)

LEAD_Alfapaint_istit