Colpaccio della Leo Shoes Modena a Trento: un’Itas sprecona saluta le prime

LEAD_BASE_ALD
Foto Lega Pallavolo Serie A

Di Redazione

Nel posticipo di Superlega la Leo Shoes Modena si impone per 3-1 sulla Itas Trentino alla BLM Group Arena. Il big match dell’ottava giornata di ritorno, dopo una partenza tutta emiliana, è combattuto per tre set, ma la storia della partita cambia nel finale del terzo quando i padroni di casa falliscono due set point con altrettanti errori in battuta. La squadra di Giani resta nella scia di Lube e Perugia, quella di Lorenzetti vede staccarsi forse definitivamente le prime tre della classifica.

La cronaca:
Modena parte con la diagonale Christenson-Zaytsev, in banda Anderson e Bednorz, al centro Bossi-Holt, libero Rossini. Mazzone è costretto al forfait per indispozione last minute. Trento risponde con Giannelli in regia, Vettori opposto, in banda Kovacevic e Russell, al centro Candellaro-Lisinac, libero Grebennikov, allenatore l’ex gialloblù Lorenzetti.

Modena parte a spron battuto (0-2, 3-6), approfittando delle iniziali difficoltà su palla alta dei padroni di casa, tanto che dopo il muro di Bossi su Candellaro il tecnico trentino è costretto ad interrompere il gioco (4-8). Alla ripresa però è un altro block del centrale emiliano, stavolta sulla pipe di Russell, ad allargare ulteriormente la forbice (5-10); Trento prova a reagire con Cebulj (8-11) e capitalizza un errore di Christenson per tornare a stretto contatto (11-13). La Leo Shoes scatta di nuovo con Anderson (13-17), ma il muro di Giannelli su Bednorz e l’attacco out da 4 di Zaytsev riportano l’Itas Trentino in scia (18-19). Sul più bello però la squadra di casa si scioglie, subendo un parziale di 0-4 (18-23) che segna definitivamente il set (20-25).

Giannelli e compagni dopo il cambio di campo provano a giocare una partita differente, maggiormente aggressiva a muro ed in battuta, e i primi scambi del secondo parziale li premiano (4-0, 7-4), prima però che un paio di sbavature riportino in equilibrio il punteggio (10-10, time out Lorenzetti). La contesa diventa punto a punto (12-12, 14-14), poi sul 15-16 Trento offre una spallata importante con Vettori al servizio, che propizia ricostruite vincenti in serie (19-16). La Leo Shoes prova a rimettersi in carreggiata (20-18), senza però riuscire più ad avvicinarsi sensibilmente (23-19 e 25-21), anche per meriti specifici di Cebulj.

Sull’1-1 è di nuovo Modena a fare la voce grossa (4-6, 6-9), sfruttando qualche indecisione di troppo dei padroni di casa in fase di cambiopalla. L’Itas Trentino non si lascia intimorire e con Russell e Vettori risale la china sino al 13-14 e poi impatta a quota 17, issata da un grande Cebulj. Un block a uno di Giannelli su Bednorz consente ai gialloblù di mettere la freccia (19-18); lo sprint è lanciato verso un finale di set intensissimo (23-22). Ai vantaggi l’Itas Trentino spreca due palle set, spedendo in rete il servizio e si inchina alla prima occasione avversaria, realizzata da Zaytsev sul 25-27.

La reazione dei padroni di casa si manifesta già nella prima metà del quarto set, in cui i gialloblù accelerano da 6-6 a 9-6. Modena si rifà sotto con Zaytsev (10-10) e poi è Kaliberda, in campo per Bednorz, a firmare il vantaggio esterno (13-14). Trento vacilla, l’opposto emiliano affonda il colpo che vale il +3 (16-19) e che lo ribadisce con un ace (18-21) dopo che Cebulj aveva ridotto le distanze (18-19). Un turno al servizio di Lisinac, condito .anche da un ace porta al nuovo pareggio (21-21); la spallata la danno un primo tempo di Bossi ed un errore di Vettori (21-24 e 22-25).

Itas Trentino-Leo Shoes Modena 1-3 (20-25, 25-21, 25-27, 22-25)
Itas Trentino:
Giannelli 6, Russell 21, Candellaro 1, Vettori 14, Cebulj 8, Lisinac 11, De Angelis (L), Kovacevic 0, Grebennikov (L), Djuric 0, Daldello 0, Codarin 0. N.E. Michieletto, Sosa Sierra. All. Lorenzetti.
Leo Shoes Modena: Christenson 1, Anderson 15, Holt 13, Zaytsev 17, Bednorz 11, Bossi 10, Iannelli (L), Rossini (L), Salsi 0, Kaliberda 2. N.E. Estrada Mazorra, Truocchio, Pinali, Rinaldi. All. Giani.
ARBITRI: Simbari, Lot.
NOTE – durata set: 30′, 30′, 34′, 31′; tot: 125′.

RISULTATI E CLASSIFICA

(fonte: Comunicato stampa)

LEAD_Alfapaint_istit