Superlega in campo nel weekend. Big match tra Trento e Modena. Scontro Play off tra Monza e Verona

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto LVM

Di Paolo Cozzi 

Ottava giornata di ritorno quella in arrivo questo week end, con tanti match importanti per la vetta della classifica, per un posto nei play off e per la salvezza (sfida ormai quasi a due fra Vibo e Cisterna).

Match clou di giornata è sicuramente quello che vedrà affrontarsi Trento e Modena, ormai partita storica fra due delle compagini più vincenti del panorama europeo, nel quale le due squadre affineranno i meccanismi in vista delle Final Four di Coppa Italia della prossima settimana.

Trento sembra in netta ripresa, anche se le manca ancora un ulteriore step per salire al livello delle prime tre e la riprova è l’ennesima sconfitta contro Civitanova in Champions. L’uomo in più del momento è Grebennikov, autentico “Deus ex machina” della seconda linea trentina, ma anche Lisinac sta tornando ad essere devastante al centro della rete. I tre laterali come sempre sono chiamati a giocarsi le palle chiave, e anche qui abbiamo un Kovacevic che fisicamente sta entrando in palla. Se il muro saprà arginare la potenza di fuoco modenese toccando molti palloni e la difesa si sporcherà per bene le ginocchia in copertura e difesa… allora la squadra di Lorenzetti sarà pronta per tornare a essere protagonista assoluta.

In casa modenese in questo 2020 non si conosce ancora la sconfitta, merito della ritrovata verve di Anderson (semplicemente più fresco e rilassato, risolti anche alcuni problemi familiari) della serenità di Christenson dopo il rinnovo triennale e di un Bednorz davvero stellare, autentico trascinatore in campo. Le tante voci di mercato che da sempre circondano Modena in questo periodo dell’anno sembrano non influire più di tanto sul rendimento in campo….e allora via alla conquista di Trento e perché no….magari del secondo posto in classifica!

Sembra a pronostico chiuso invece il match di Ravenna fra i romagnoli e Perugia, con i primi che continuano a sfoggiare una ottima organizzazione muro e difesa e tanti giovani interessanti in prospettiva azzurra, ma fermare la corazzata umbra sembra davvero una impresa ardua.

Proprio Perugia dal canto suo vuole continuare a dominare la classifica di Superlega, probabilmente non rischierà Atanasijevic per permettergli di arrivare alle Final Four al top della condizione fisica, e anche se sarà stanca dalla trasferta di Champions a Lisbona, ha troppa fame di vittorie per distrarsi in questo momento ed è supportato da una panchina lunga sempre molto efficiente quando viene chiamata in causa.

Sembra una partita sul velluto quella di Civitanova contro una Vibo apparsa si più tonica in queste ultime giornate, ma il divario tecnico fra le due è davvero tanto e la Lube in casa schiera una serie di battitori pesanti da fare invidia ad una cacciatorpediniere!

Poche speranze quindi per i calabri che giocheranno comunque all’arma bianca, testa alta e zero paura, per provare a strappare punti fondamentali per restare in Superlega; per i marchigiani invece la possibilità di far recuperare fiato a qualche titolare dopo la vincente trasferta di Champions in attesa delle Finali di Coppa Italia dove scenderanno in campo sicuramente da favoriti.

Impegno facile sulla carta per una Milano apparsa in regresso in questo ultimo mese, che ha bisogno di una vittoria netta per rialzare la testa e tornare a trovare quel gioco spumeggiante, quello spirito di gruppo che un po’ è mancato ultimamente. Sora si presenta all’Allianz quasi all’ultima spiaggia, ormai fanalino di coda di questa stagione, ma va dato merito ai ragazzi di coach Colucci di non essersi mai arresi e di buttare in campo ogni domenica tutte le energie senza mollare mai.

Importante scontro Play Off fra Monza e Verona di scena alla Candy Arena, in un match da dentro fuori fra due squadre che quest’anno non hanno mai brillato per continuità anche se a sprazzi regalano una bella pallavolo. La Vero Volley si aggrappa ai due bomber di razza come Kurek e Dzavoronok per trovare una vittoria pesante che farebbe bene sia al morale che alla classifica, Calzedonia invece in attesa di sua maestà Matey Kaziyski prova a lottare per rimanere nel treno play off, obiettivo dato per scontato ad inizio stagione.

Ultimo match di giornata quello di Cisterna fra i laziali e Padova, con i padroni di casa che si aggrappano alle bordate di Patry e Van Garderen e all’esperto palleggiatore Sottile per essere traghettati in acque più tranquille….. ma la Kioene è avversario tosto, in forma e in cerca di punti certezza per la qualificazione Play Off. Ed è ben guidata in regia da un Dragan Travica tornato in rampa di lancio dopo qualche stagione meno brillante, ormai leader indiscusso del gruppo.

LEADERBOARD_GPCAR_2008