Il mercato della Lube secondo il ds Cormio: Juantorena e Simon restano, sirene russe per Leal

LEAD_BASE_ALD
Foto CEV

Di Redazione

Beppe Cormio fa il punto sul mercato della Cucine Lube Civitanova in un’intervista ad Andrea Scoppa per Il Resto del Carlino Macerata, e come sempre le sue sono parole destinate a suscitare molto interesse. Rispetto a qualche settimana fa, il direttore sportivo del club marchigiano annuncia novità positive per quanto riguarda Osmany Juantorena Robertlandy Simon: “Per Osmany potrebbe essere l’ultimo rinnovo della carriera, io lo presi a Trento e quindi sto mettendo tutte le mie forze per sistemare le cose. Con Robert di fatto l’accordo già c’è, stiamo aspettando il rientro del procuratore“.

I problemi nascono invece quando si parla di altri due “top player”, Yoandy LealBruno Rezende. Per il cubano “c’è stata l’intromissione di club russi (Zenit Kazan, ma anche San Pietroburgo, n.d.r.) con offerte oltre le nostre possibilità. Stiamo pertanto cercando di capire quanto le cose siano cambiate“. Il palleggiatore, dice Cormio, “nel nostro ultimo incontro pochi giorni fa mi ha confermato il desiderio di tornare in Brasile. Capisco la nostalgia del suo paese. Ci ha chiesto ancora un po’ di tempo (non avrebbe ancora offerte) e finché potremo lo aspetteremo“. La Lube, anche se questo Cormio non lo dice, si sarebbe cautelata con un’offerta a Luciano De Cecco.

Sul capitolo Tsvetan Sokolov, invece, il ds dei cucinieri è categorico: “Non sono mai contro mosse che possano rinforzarci, ma Tsvetan non tornerà. Ha anche pagato il buyout per andare allo Zenit, e sarebbe un pessimo affare economicamente per lui“. Infine una buona notizia per i tifosi della Lube: Amir Ghafour dovrebbe tornare in Italia domani, dopo quasi due mesi di assenza, per sottoporsi a ulteriori controlli da parte dello staff medico biancorosso.

Sandlovers_LEADERBOARD