Champions League, Trentino Itas ad Istanbul 308 giorni dopo la vittoria della CEV Cup

Sandlovers_LEADERBOARD

Di Redazione

Nel primo pomeriggio di ieri la Trentino Itas ha rimesso piede ad Istanbul, ritrovando il contatto con la metropoli turca a 308 giorni di distanza dall’ultima volta.

Un precedente particolarmente significativo, perché proprio in questo luogo lo scorso 26 marzo i gialloblù conquistarono il diciottesimo titolo della storia di Trentino Volley – il nono internazionale per il Club gialloblù.

Pur non assegnando alcun trofeo, anche l’impegno di domani alle ore 16 in casa del Fenerbahce HDI Sigorta riveste un ruolo comunque fondamentale nel cammino europeo stagionale della formazione di Lorenzetti. Giannelli e compagni devono infatti conquistare la vittoria per continuare a cullare sogni di qualificazione ai quarti di finale della massima competizione europea, a cui accedono le prime cinque classificate e le migliori secondo dei cinque gironi.

Per preparare al meglio questo appuntamento, si è scelto quindi di coprire la tratta fra Trento e Istanbul in pullman fino all’aeroporto di Bologna e poi con un volo di linea, che ha portato direttamente a destinazione la squadra già per l’ora di cena dopo otto ore di viaggio.

La comitiva trentina è composta dallo staff tecnico, medico e dirigenziale e da quattordici giocatori. Visti i problemi fisici che stanno condizionando gli ultimi giorni di Russell e Kovacevic, si è infatti scelto di portare in Turchia anche Alessandro Michieletto, dotando la rosa di uno schiacciatore in più.

Oggi pomeriggio la Trentino Itas avrà il primo contatto con la Burhan Felek Voleybol Salonu, impianto in cui ha già giocato due volte nel recente passato (aprile 2017 e, appunto, marzo 2019).

(Fonte: comunicato stampa)

LEADERBOARD_GPCAR_2008