Champions League: nessun problema per le igorine di Novara che travolgono Stuttgart e conquistano il primo posto nella Pool

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto Igor Volley

Di A.G

La Igor Gorgonzola Novara non sbaglia. La formazione di Massimo Barbolini si impone per 3-0 (25-11, 25-22, 25-19) sull’Allianz MTV Stuttgart nella quarta giornata di Champions League, conquista il primo posto della Pool C e soprattutto esce dal campo al termine di una prestazione eccellente sotto il profilo tecnico e caratteriale.

Partita a senso unico quella andata in scena al Pala Igor. Le padrone di casa riescono a gestire con grande lucidità un match ricco di insidie, giocando con qualità e mostrando la consueta determinazione. Facile sottolineare l’efficienza del servizio (7 ace) e della ricezione (53% di squadra), ma Novara mostra qualità anche nella fase break, lavorando molto bene in difesa (con Napodano a guidare la seconda linea) e trovando tante soluzioni in contrattacco. Sono Brakocevic e Vasileva (MVP del match) le top scorer nella metà campo novarese: 14 punti per l’opposto e 16 per la schiacciatrice, entrambe fondamentali per scardinare il dispositivo di difesa avversario. Da registrare anche la buona prova di Hancock: ordinata e pulita nella distribuzione del gioco, la regista statunitense ha in mano la squadra e la guida verso una vittoria piuttosto semplice, ma non così scontata alla vigilia.

Dall’altra parte, l’Allianz MTV Stuttgart non riesce ad opporre resistenza per gran parte della partita e manca in tenacia e costanza: sono troppi i passaggi a vuoto che danno il via libera alla vittoria della Igor. Alla fine, non bastano le buone prestazioni di Lee (11 punti con il 48% di efficienza in attacco) e Samadan (8 punti), uniche note liete della serata per coach Athanasopoulos.

LA CRONACA DEL MATCH – Massimo Barbolini sceglie un sestetto con Hancock al palleggio, Brakocevic opposto, Courtney e Vasileva schiacciatrici, Chirichella e Veljkovic al centro, con Napodano libero. Coach Athanasopoulos risponde con la diagonale Havili-Hamson, Lazic e Van Gestel in banda, Samadan e Lohuis centrali e Koskelo nel ruolo di libero.

1° SET – Avvio sprint per Novara che trova immediatamente un parziale di 4-0 grazie agli attacchi vincenti di Brakocevic e all’ace di Hancock. Le ospiti accusano il colpo e vedono scappare le avversarie a più 6 (7-1). Dopo il timeout dello Stuttgart, l’inerzia non cambia: la Igor gioca sulle ali dell’entusiasmo e allunga con Veljkovic e Vasileva (13-3). Coach Athanasopoulos rivoluziona il sestetto facendo entrare Lee, Rosenthal e Aydinogullari per Van Gestel, Lohuis e Havili. Proprio Lee si mette subito in mostra con due punti consecutivi, poi però viene murata da Chirichella (16-5). La formazione tedesca non riesce a trovare continuità in attacco, mentre le bocche da fuoco novaresi macinano punti su punti (20-8). Novara gestisce il vantaggio e porta a casa senza patemi il primo set (25-11).

2° SET – Coach Athanasopoulos si affida al sestetto iniziale e lo Stuttgart trova il vantaggio con Hamson e Samadan (2-5). Le ospiti mostrano un piglio decisamente diverso rispetto al set precedente e si portano sul 4-7. Samadan stampa Brakocevic, ma la risposta della Igor è immediata con il pallonetto di Vasileva (8-10). Novara spinge sull’acceleratore con Chirichella sugli scudi: la centrale firma prima il punto del pareggio (13-13) e poi quello del sorpasso (15-14). Athanasopoulos ferma il gioco con un timeout; le sue ragazze trovano una reazione immediata e pareggiano i conti (18-18). Entra Lee al posto di Hamson, ma è Novara ad allungare (22-19). La compagine tedesca prova a riportarsi sotto con l’ace di Lazic, ma ormai è troppo tardi: il primo tempo vincente di Chirichella chiude il secondo set in favore delle padrone di casa (25-22).

3° SET – In avvio di terzo set, l’inerzia continua ad essere favorevole a Novara che trova subito un parziale di 6-1. Lee suona la carica, ma la risposta di Chirichella non si lascia attendere (10-5). Dopo l’allungo sul 13-6, le igorine devono far fronte al tentativo dello Stuttgart di rientrare in partita (13-9). Barbolini decide di chiamare timeout e Novara torna a più 6 con il muro di Vasileva (16-10). Le ospiti lottano con determinazione e si rifanno sotto (19-16). Entra Di Iulio al posto di Courtney ed è proprio la schiacciatrice italiana a mettere a terra il punto del 22-17. Lo Stuttgart accusa il colpo e alza bandiera bianca: Di Iulio mette fine al match con l’ace del 25-19.

Igor Gorgonzola NOVARA – Allianz MTV STUTTGART 3-0 (25-11, 25-22, 25-19)

Igor Gorgonzola NOVARA: Brakocevic Canzian 14, Courtney 7, Chirichella 9, Hancock 4, Vasileva 16, Veljkovic 9, Napodano (L), Di Iulio 2. Non entrate: Mlakar, Morello, Piacentini, Gorecka, Sansonna (L), Arrighetti. All. Barbolini.
Allianz MTV STUTTGART: Lohuis 4, Van Gestel 5, Lazic 8, Samadan 8, Hamson 5, Havili 2, Koskelo (L), Cesar, Rosenthal, Aydinogullari, Lee 11. Non entrate: Berger. All. Athanasopoulos.

ARBITRI: Goren, Adler. NOTE – Durata set: 20′, 25′, 24′; Tot: 69′.

LEADERBOARD_GPCAR_2008