Blengini si gode le finali di VNL in casa: “Importante aver evitato lunghi viaggi” (video)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE

Di Eugenio Peralta

Emozione per un nuovo grande appuntamento internazionale a Torino e molta prudenza riguardo al percorso che porterà fino a Tokyo 2020: queste le sensazioni prevalenti per il CT azzurro Gianlorenzo Blengini ai margini della presentazione delle finali di VNL svoltasi oggi nel capoluogo piemontese. Ai microfoni Blengini ribadisce i concetti già esposti durante l’evento: “Speriamo che questa Final Six abbia un risultato diverso rispetto all’ultima disputata qui… Noi ci proveremo, con i limiti di una progettualità che in questo momento è molto difficile da chiarire“.

Prematuro, quindi, fare ipotesi sulla fisionomia dell’Italia che si presenterà all’atto finale della Volleyball Nations League: “Successivamente faremo tutti i ragionamenti sui singoli giocatori – continua il CT – per cercare di disputare la miglior Final Six possibile, ricordando sempre che c’è un’Olimpiade a stretto contatto. Certo, è sicuramente importante aver evitato il rischio di dover fare un viaggio negli USA o in altre destinazioni molto lontane poco prima della partenza per Tokyo. L’importante, però, è soprattutto capire in che condizioni saranno i giocatori, qual è il programma più adatto per farli arrivare al meglio e come farli camminare lungo questo percorso”.

Blengini parla anche delle rivali più pericolose, non solo per la VNL ma anche in chiave Olimpiadi: “Indubbiamente la Polonia bicampione del mondo, che oltre ad aggiungere Leon ha recuperato Kurek, e il Brasile, che si è rinforzato con Leal e rispetto allo scorso anno avrà a disposizione anche Lucarelli. Poi ci sono gli USA, che conosciamo bene. Noi forse non partiremo con i favori del pronostico, ma ci crediamo davvero: siamo consapevoli delle qualità degli avversari, ma anche delle nostre. Fondamentale sarà arrivare all’appuntamento nella miglior forma possibile“.

LEADERBOARD_GPCAR_2008