Serie C, bel blitz in casa del Marconi Stella la Revolution Quintilia torna alla vittoria

LEADERBOARD_GPCAR_2008
Foto: Revolution Quintilia

Di Redazione

Dopo la buona prestazione contro la capolista Ostia, che però non aveva portato punti alla causa delle ragazze di De Sisto, Laguzzi e compagne hanno conquistato la prima vittoria del 2020.

In un Pallone Marconi ai limiti della praticabilità, temperatura polare e pavimentazione scivolosa che più volte ha costretto gli arbitri a interrompere il gioco, la Revolution ha dato continuità ai progressi mostrati nelle ultime settimane di lavoro, appaiando in classifica proprio le avversarie gialloblu. Ancora cambiamenti nello starting six: Valente è in regia, l’opposto è Dotti, con Caracciolo e Laguzzi in banda e con De Luca Bossa e Colonnelli al centro. Savone, tornata a disposizione dopo aver saltato la sfida con Ostia, è il libero.

Parte bene la Revolution, che riesce subito a costruire un buon margine (4-8), assorbito però da Marconi Stella che ritrova la parità (12-12) sull’attacco out di Dotti. Le padrone di casa provano a mettere la testa avanti (16-15), ma le attaccanti rossonere sbagliano poco e, con Caracciolo, riportano a +4 il vantaggio sul tramonto del set (19-23). Quando il parziale sembrava ormai prossimo alla conclusione, il turno in battuta di Roticiani si rivela determinante e Marconi, dal 21-23, vince il set 25-23.

Nonostante il rocambolesco sorpasso in extremis, continua però a prevalere la sensazione di superiorità della Revolution, suffragata poi dai risultati dei set successivi. Nel secondo parziale, infatti, l’avvio è la fotocopia del precedente: rossonere subito avanti (5-8) e questa volta in grado di gestire ancora meglio la parte centrale del match, tanto che sul 9-16 Marconi Stella ha già consumato entrambi i time out. Con un contributo significativo del muro (4 punti) e con soli 2 errori dai nove metri, le ragazze di coach De Sisto doppiano le avversarie (10-20) e chiudono agevolmente la frazione sul 14-25.

Riequilibrato il match, nel terzo set le ospiti continuano a martellare. L’ace di Caracciolo porta la Revolution sul 3-9 e, complice un’imprendibile Dotti da posto 2, la Revolution vola a +7 (9-16). Forti di questo vantaggio, le rossonere gestiscono la timida reazione del Marconi Stella, che incappa in 3 errori al servizio, un’invasione a muro e in una doppia di Lucarelli. Sarà quindi Caracciolo a mettere giù il pallone del 20-25, spedendo le formazioni al quarto set con la Revolution avanti 1-2.

A differenza dei due set precedenti, il quarto mostra un Marconi Stella più in partita, seppur mai in grado di portarsi avanti nel punteggio. Complice una maggiore imprecisione al servizio delle rossonere (saranno 4 gli errori in questo set, contro i 7 complessivi dei precedenti tre parziali), le gialloblu padrone di casa restano a -2 fino al 15-17. Dopo il primo time out chiamato da Babusci, però, arriva il break decisivo: due ace di Colonnelli, un errore in attacco e un punto di Dotti. Altro time out per Marconi, ma stavolta la Revolution è avanti di 6 (15-21). Un primo tempo di De Luca, che finirà in doppia cifra al pari di Colonnelli, a sottolineare l’ottimo apporto dei centrali, sembra mettere in ghiaccio la partita. Tuttavia, Marconi dimezza lo svantaggio (19-22) e obbliga De Sisto al time out. Un ace su Caracciolo potrebbe riaprire la gara, ma capitan Laguzzi sigla il punto numero 23, mettendo a terra un pallone importantissimo. Marconi Stella, prodotto il massimo sforzo alza bandiera bianca e, come nel set precedente, si arrende all’attacco di Caracciolo da posto 4 che mette il punto esclamativo a una prestazione positiva sua (20 punti complessivi) e delle proprie compagne.

Con questi 3 punti la Revolution sale a quota 17 in classifica. Un girone che continua a vedere, tranne Ostia e Virtus Roma imprendibili, un grande equilibrio. Sarà quindi decisivo, in ottica qualificazione in Coppa Lazio, il prossimo turno: nell’ultima gara del girone di andata, al PalaRevolution, arriva Roma Centro. Le chance delle rossonere di rientrare tra le prime sei sono ridotte a lumicino, per via del calendario delle squadre che al momento la precedono in classifica. Sarà però importante dare continuità al gioco espresso in queste prime due gare del nuovo anno, per affrontare il girone di ritorno con più consapevolezza e fiducia nelle proprie qualità.

Nel dopo partita ecco le impressioni di Valente: “Grande vittoria, oggi, nonostante un campo molto scivoloso. Meritavamo questo risultato, soprattutto per uscire fuori da questo periodo. Abbiamo lavorato tanto anche durante la sosta e, dopo la sconfitta della scorsa settimana, questo risultato ci voleva proprio”.

(Fonte: comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE