L’Imoco è di un’altro pianeta, la Saugella si fa male da sola

LEADERBOARD_GPCAR_2008
Foto Vero Volley Monza

Di Eugenio Peralta

Il primo match dopo la pausa preolimpica regala un campionato dagli equilibri apparentemente immutati: un’Imoco Volley Conegliano irraggiungibile, anche nella versione “bis”, regola in tre set proprio come all’andata (ma stavolta a domicilio) la Saugella Monza. Sembra vincente la scelta di Santarelli che lascia a riposo le reduci da Apeldoorn, Wolosz De Kruijf, mentre il debuttante Parisi – peraltro con poche alternative – schiera dall’inizio OrthmannMeijners. Ma al di là di questo e di una Paola Egonu sempre devastante (23 punti), la squadra di casa appare troppo arrendevole e fallosa per contrastare la capolista.

Dopo un’ottima partenza (10-7, 16-12), Monza si fa raggiungere e superare dalle avversarie sul 19-21 del primo set e da lì non riesce più a riprendere il pallino in mano. Anche nel terzo parziale, caratterizzato dai molti errori, la lunga rincorsa è solo illusoria: Conegliano gioca al gatto col topo e, appena viene riagganciata sul 19-19, piazza subito il break decisivo per la vittoria. Parisi, che di fatto ha potuto allenare la squadra solo per due giorni e senza ancora il nuovo acquisto Plummer (bloccata da impedimenti burocratici), avrà parecchio da lavorare.

L’allenatore delle pantere, al contrario, dalla gara di stasera esce una volta di più con la certezza di avere tra le sue mani un roster ampio e profondo: le subentranti, Giulia GennariChiaka Ogbogu (8 punti con 3 muri vincenti), sono tra le migliori in campo, mentre il ritorno tra le titolari di Miriam Sylla (73% in ricezione) e Raphaela Folie è assai più morbido di quanto ci si potesse aspettare. Insomma, un’Imoco che si conferma la corazzata vista all’opera nella prima parte della stagione.

LA CRONACA – Grande pubblico alla Candy Arena con oltre 2400 spettatori. A margine dalla partita da segnalare la proiezione del video prodotto dal Consiglio d’Europa per il progetto #StartToTalk contro gli abusi nello sport e anche un omaggio speciale al presidente dell’Imoco Piero Garbellotto nel giorno del suo compleanno.

1° SET – Parecchi cambi per Conegliano, che ripropone dall’inizio Folie e Sylla con Gennari in palleggio e Ogbogu al centro; a riposo quindi Wolosz e De Kruijf. Parisi, invece, schiera subito le reduci dalle qualificazioni olimpiche (Meijners e Orthmann) proponendo il sestetto sulla carta titolare. La tedesca lo ripaga con un immediato ace e il suo turno di servizio porta Monza sul 3-0. Il muro di Ogbogu riavvicina l’Imoco (5-4) che però concede troppo con gli errori di Sylla ed Egonu (10-7). La Saugella continua a forzare la battuta, stavolta con Ortolani, e allunga sul 14-10 costringendo Santarelli allo stop. Le padrone di casa restano saldamente avanti (16-12), anche se Egonu prova a riavvicinare le pantere sul 17-15. Hill mura Ortolani per il 19-18 e stavolta è Parisi a fermare il gioco; la rimonta però si completa grazie al servizio di Egonu, che regala anche il break alle ospiti (19-21). Monza non molla e Meijners ristabilisce la parità (21-21), ma un altro ace di Hill riporta avanti l’Imoco (21-23). Ogbogu a muro si procura tre set point ed Egonu trasforma il secondo per il 22-25.

2° SET – Si comincia con parecchi errori da una parte e dall’altra: pesa quello di Ortolani che regala l’1-4 alle ospiti, brave poi ad allungare con l’ace di Egonu (2-6). Meijners limita i danni a muro (4-6) e l’attacco out di Sylla riporta sotto la Saugella (7-8). Folie ed Egonu però costruiscono il nuovo vantaggio gialloblu (8-11), incrementato da un altro muro vincente di Ogbogu (9-13). Un margine che l’Imoco mantiene con autorità grazie a Gennari (11-15) e Hill (14-18), allungando fino al 17-22 grazie a un primo tempo firmato ancora dalla centrale statunitense. Heyrman sbaglia la battuta concedendo 5 set point e Gennari mette subito fine al parziale con l’ace del 19-25.

3° SET – Ancora tanti errori in avvio: l’Imoco ne infila tre consecutivi per il 5-3, ma Egonu rimedia con un ace grazie all’aiuto del Video Check (5-5). Sylla piazza due attacchi vincenti per il 6-8, la Saugella riporta subito la situazione in equilibrio; poi però Ortolani spedisce out la palla del 10-12 ed Egonu ne approfitta per firmare il più 3. Parisi chiama time out, ma a Monza non riesce proprio nulla (clamoroso errore di Danesi) e l’Imoco vola sul 10-14. Egonu si dimostra infallibile anche con il pallonetto (12-16), Meijners però reagisce (14-16) e in qualche modo la Saugella riesce a tenersi in scia, fino a trovare la parità sul 19-19 grazie al servizio di Heyrman. La gioia monzese è di breve durata: Sylla a muro riporta avanti l’Imoco (19-21), che scappa nuovamente con Egonu e Folie (20-23). La centrale azzurra si procura anche tre match point, Danesi annulla il primo, ma sul secondo Meijners sbaglia e non basta il Video Check a salvare la squadra di Parisi (22-25).

Saugella Monza-Imoco Volley Conegliano 0-3 (22-25, 19-25, 22-25)
Saugella Monza: 
Ortolani 6, Mariana, Squarcini, Heyrman 4, Di Iulio, Skorupa 1, Danesi 6, Orthmann 6, Meijners 12, Obossa ne, Bonvicini ne, Parrocchiale (L). All. Parisi.
Imoco Volley Conegliano: Sorokaite, De Kruijf ne, Folie 8, Fersino (L) ne, Botezat, De Gennaro (L), Ogbogu 8, Enweonwu ne, Gennari 3, Wolosz ne, Hill 10, Sylla 7, Egonu 23. All. Santarelli.
Arbitri: Spinnicchia e Curto.
Note: Spettatori 2443. Monza: battute vincenti 1, battute sbagliate 10, attacco 41%, ricezione 55%-35%, muri 3, errori 28. Conegliano: battute vincenti 6, battute sbagliate 17, attacco 53%, ricezione 74%-46%, muri 9, errori 16.

LEADERBOARD_GPCAR_2008