Cina femminile: nessuna sorpresa, Tianjin campione per la dodicesima volta

LEAD_Alfapaint_istit

Di Redazione

Dura solo un set la paura di vincere del Tianjing che dopo aver regalato la prima frazione allo Shanghai, al termine di un set condizionato da molti errori e da un leggero infortunio a Zhu Ting, riprende in mano la partita e il campionato. Shanghai battuto in gara #3 della finale scudetto cinese e titolo assicurato: 3-1 (22-25, 25-16,25-14, 25-19).

Forte delle due nette vittorie in tre set delle precedenti partite, il Tianjin schiera la sua formazione tipo ma le cose non vanno secondo le aspettative. Hooker sembra in affanno e dopo l’opaca  prestazione in gara #2 non garantisce la solita intensità. Quando la gara è ancora in equilibrio e i due break del Tianjing vengono sempre  recuperati, c’è anche un momento di preoccupazione per la stella Zhu Ting che cade male ed è costretta a uscire dal campo per qualche scambio. Lo Shanghai in modo del tutto inatteso conquista il set e si tratta della prima frazione persa dalla squadra porpora in tutti i playoff.

Basta poco al Tianjin per rimettersi in sicurezza: il primo break del secondo set porta quattro punti di vantaggio, il secondo addirittura sette. E da lì in poi la super-favorita non sbaglia più niente. Successo assolutamente meritato non solo per la singola gara e la serie ma per la netta superiortà del Tianjin nel corso della stagione. Miglior realizzatrice Li Yingying con 18 punti e una percentuale  straordinaria in attacco, 17 punti per Hooker, decisiva negli ultimi due set, “solo” 15 per Zhu Ting con la percentuale probabilmente più bassa di quest’anno (41%). Importante l’apporto di Lippmann per lo Shanghai con 22 punti complessivi: la tedesca era rientrata in campo dopo l’assenza forzata nelle prime due finali a causa dei suoi impegni con la nazionale.

C’è ora da capire che cosa succederà alle stelle del team: non solo Zhu Ting, ma anche Destinee Hooker e Li Ying Ying che hanno grandi offerte di mercato che il club potrebbe anche decidere di monetizzare con qualche prestito per richiamarle in vista del Mondiale per Club e del prossimo campionato.

(Fonte: SINA)

LEADERBOARD_GPCAR_2008