Yasmina Akrari rilancia Chieri: “Dobbiamo alzare ancora l’asticella”

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Pierluigi Ferioli

Di Redazione

È uno dei pochi punti fermi in una Reale Mutua Fenera Chieri ’76 che ha cambiato radicalmente volto rispetto allo scorso anno. Non solo nel roster, ma anche nei risultati. Yasmina Akrari, centrale della squadra piemontese, ne racconta la metamorfosi in un’intervista a Tuttosport: “La qualità della rosa è aumentata di molto. Max (il ds Gallo, n.d.r.) e la dirigenza hanno operato bene. C’è un’intensità in allenamento maggiore. Si lavora tantissimo. Coach Bregoli è un tipo tosto, entusiasta e attivo, il primo a tirare la carretta. È come se fosse con noi in campo. È un motivatore, ha creato un collettivo compatto“.

Il Chieri ’76 – continua la centrale – non dipende da un’unica giocatrice ma è una ‘cooperativa’ dove ognuna di noi porta la sua dote di
punti. Lo si è visto in questo girone d’andata in cui tanti piccoli infortuni ci hanno impedito di avere tutta la rosa a disposizione. Il momento più bello del 2019? Le due vittorie nel derby con Novara. Abbiamo fatto felice un’intera città”.

Sugli obiettivi della squadra torinese Akrari è ottimista: “Bene la qualificazione alla Coppa Italia ma l’asticella delle ambizioni va alzata. Siamo un team giovane che soffre di alti e bassi. Se riusciremo a limitare i cali potremo ‘rubacchiare’ qualche altra posizione di classifica“.

LEADERBOARD_GPCAR_2008