Il Cuore di Mamma Cutrofiano dà il primo dispiacere all’Omag

LEADERBOARD_GPCAR_2008
Foto Cutrofiano Volley

Di Redazione

Sorride il Cuore di Mamma Cutrofiano. La formazione salentina viola il taraflex della Omag San Giovanni in Marignano interrompendo così per la prima volta in questa stagione l’imbattibilità della capolista. Una vittoria in cinque set, un successo figlio di una prestazione decisamente pulita delle rosanere, un successo che rilancia le azioni delle pugliesi ridando al team di coach Carratù nuove energie e stimoli rinnovati.

Per la Omag il primo passo falso dell’anno, che non permette alle romagnole di fare “tombola” con la quindicesima vittoria consecutiva. Con il punto odierno, in virtù degli altri risultati la squadra di Saja si aggiudica comunque il primo posto matematico nel girone A.

La cronaca:
Saja schiera la formazione tipo, con Battistoni in regia, Decortes opposto, Gray e Lualdi centrali, Saguatti e Pamio di banda e Bresciani libero. Risponde coach Carratù con Avenia in regia e nel ruolo di opposto Kajalina, al centro la coppia Cogliandro Antignano, in banda Provaroni e Valli con libero Barbagallo.

Inizio di gara con Cutrofiano più vivace e Omag più sorniona, Avenia sfrutta molto le centrali mentre Battistoni si affida più all’opposto (9-9). Nonostante ci siano tanti punti di differenza tra le squadre, il campo sta dicendo il contrario. Cutrofiano tiene testa alla Omag e si porta avanti. Saja chiama il time out sul 16-18. La Omag recupera lo svantaggio (18-18) ma Cutrofiano ristabilisce le distanze (19-21). E’ ancora parità con errore al servizio di Avenia e palla fuori di Kajalina. Carratù chiama il time out (22-22). Un ace di Saguatti e Carratù chiama ancora il tempo (23-22). E’ un muro di Battistoni che regala 2 set point alle padrone di casa. (24-22). Valli annulla il primo e Avenia con un ace il secondo. Saja ferma il gioco (24-24). Ci pensa Lualdi con una fast ed un ace a chiudere il set (26-24).

La Omag ricorda bene la sofferenza del primo set, comincia a macinare gioco e guadagna un discreto margine. Carratù chiama subito il time out (6-2). Due errori grossolani della coppia arbitrale destabilizza gli animi della squadra. Cutrofiano ne approfitta, pareggia e si porta avanti, costringendo Saja a chiamare il time out (9-10). Continuano le sviste, volano i cartellini (Battistoni) e il Palamarignano si accende (13-12). Cutrofiano rimette avanti la testa (15-17). Pamio e due muri consecutivi di Gray riportano in vantaggio la Omag (18-17). Pamio a segno con il servizio e Carratù chiama il secondo discrezionale (20-18). Baggi rileva Provaroni dopo un bel colpo da “beacher” di Saguatti (21-19). Dua ace di Kajalina su Pamio ed è di nuovo parità (21-21). Koulibaly rileva Pamio. A segno Battistoni e Lualdi per il 23-21. Saguatti mette a segno il 24° punto che valgono 2 set point. Cogliandro annulla il primo e Lualdi spreca il secondo (24-24). Ora il set point è per le salentine. Saja ferma il gioco sul 24-25. In campo Mazzon per Lualdi. Il muro di Avenia chiude il set (24-26).

Inizio set in fotocopia del secondo, con la Omag che prova a fare la lepre (9-5). Cutrofiano da buon cacciatore si riavvicina (9-8). La Omag riprova la fuga e Carratù chiama time out (16-13). In campo Baggi per Provaroni. Le squadre procedono a braccetto fino all’ennesima svista arbitrale e Cutroffiano ritrova la parità. Saja chiama il time out sul 19 pari. E’ una lotta di nervi: Pamio, che ha ripreso posto in campo, firma il punto 24 per il set point Omag. Carratù chiama time out (24-23). Avenia mura Pamio (24-24). Pamio manda fuori e il set point ora è per Cutrofiano (24-25). Lualdi annulla (25-25). Valli di nuovo a segno (25-26) e Decortes pareggia (26-26). Un’invasione di Avenia ed il set point è della Omag (27-26). Antignano pareggia (27-27) Decortes manda fuori e Antignano sbaglia il servizio (28-28). Muro di Gray per il 29-28. Cogliadro fa pari (29-29). Decortes firma il punto 30 e 31 tra il tripudio dei tifosi (31-29).

Nel quarto set è Cutrofiano a partire con il turbo (3-6). Sul punteggio di 5-9, Saja chiama il tempo. Cutrofiano non molla ma la Omag è sempre lì (12-14). Nuovo allungo delle salentine che si affidano all’estone per riprendersi un break (13-17). Pamio accorcia con un paio di punti ma è sempre Kajalina ad affondare i colpi. Saja si gioca il secondo time out: 15-20. Coulibaly rileva Pamio. La Omag è in stato confusionale e gli va tutto storto. 17-23 Cogliandro a segno per il 24° punto che vale 6 set point. Avenia chiude a muro 18-25

Si va al tie break. Saguatti rimedia all’errore di Lualdi (1-1). Provaroni a segno e Pamio ristabilisce la parità (2-2). Ancora Saguatti poi Cogliandro e muro di Avenia portano le due squadre sul 3 a 5. Pamio manda out e Saja chiama il discrezionale (3-6). Pamio a segno per il 4-7 poi Valli per le salentine ed è cambio campo (4-8). Errore al servizio di Avenia (5-8). Mazzon subentra a Lualdi e Gray emula Avenia (5-9).

Antignano schiaccia fuori (6-9). Provaroni fa avanzare di uno le ospiti con un mani out (6-10). Antignano manda fuori il servizio (7-10) poi la Omag segna un ace con Saguatti e Carratù chiama time out (8-10). Dopo un lungo scambio Cogliandro va a segno per l’8-11. Pamio manda fuori dopo i miracoli di Bresciani (8-12). Ancora Cogliandro a punto (8-13). Muro di Cogliandro vale 6 match point (8-14). Mazzon annulla il primo e Pamio il secondo con Carratù che richiama il time out (10-14). Pamio ancora a segno per due volte 12-14. Gray firma il 13° punto facendo sperare al miracolo ma sono brave le salentine a decretare la prima sconfitta stagionale per la Omag.

OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO-CUORE DI MAMMA CUTROFIANO 2-3 (26-24, 24-26, 31-29, 18-25, 13-15)
OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Pamio 20, Gray 9, Decortes 24, Saguatti 20, Lualdi 8, Battistoni 3, Bresciani (L), Mazzon, Coulibaly. Non entrate: De Bellis, Pinali, Mandrelli (L), Bonelli. All. Saja.
CUORE DI MAMMA CUTROFIANO: Antignano 10, Kajalina 18, Provaroni 8, Cogliandro 24, Avenia 7, Valli 20, Barbagallo (L), Baggi. Non entrate: Tommasin, Negro, Vanni. All. Carratù.

(fonte: Comunicato stampa)

LEADERBOARD_GPCAR_2008