La Roana CBF Macerata attende la capolista per un fine d’anno con i botti

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto HR Volley Macerata

Di Redazione

Il 2019 si chiude con il botto, con la visita della capolista. La Delta Informatica Trentino si appresta a raggiungere la Marpel Arena per la 6a giornata del girone di ritorno di regular season. La Roana CBF HR Macerata arriva a questa sfida sull’onda del colpaccio di Ravenna, che ripaga capitan Peretti e compagne delle due partite precedenti, avare di punti, dalla giornataccia con Montecchio al colpaccio solo sfiorato a Busto Arsizio. “Arriviamo bene dal punto di vista della convinzione e con qualche certezza in più – ha dichiarato coach Luca PaniconiEravamo un po’ in apprensione per questi impegni ravvicinati ed il fatto di esserci regalati una così bella prestazione ci fa pesare meno tutto il resto”.

Dall’altra parte della rete, da verificare le condizioni della palleggiatrice Elisa Moncada, che nell’ultima vittoria esterna con Montecchio ha dovuto lasciare il campo per un infortunio (i più sentiti auguri per lei di un rapido recupero), ma l’1-3 del turno infrasettimanale ha permesso di scavare un solco di 8 punti da Mondovì seconda in questo momento. “Hanno ulteriormente confermato di essere la squadra più forte del campionato – spiega il tecnico della Roana CBF – Hanno fatto un percorso quasi netto perdendo solo una partita, quindi hanno mostrato tutto il loro valore, che ovviamente era già risaputo. Poi però è il campo a dover dare conferma degli equilibri e delle alchimie di squadra, e nel caso loro lo ha confermato pienamente. Una squadra effettivamente molto forte”.

Si apre dunque il sipario sull’ultima gara dell’anno solare 2019, dove solo all’apparenza non c’è nulla da perdere, perché la Roana CBF ha dimostrato di poter dire la sua con chiunque e quindi di poter ambire contro qualunque avversario a fare quei punti che servono per costruirsi una salvezza più tranquilla possibile. “Dire che non abbiamo nulla da perdere significherebbe non avere la prontezza di considerare una situazione di estrema difficoltà come un’occasione – conferma Paniconi –. Questa è un’ulteriore occasione. Prima della partita di Ravenna ci siamo detti questo: sapevamo di giocare contro una squadra più forte, ma anche che facendo qualcosa di meglio di quanto fatto fino a quella partita, ma qualcosa sicuramente nelle nostre corde, potevamo metterle in difficoltà. Con Trento credo che valga più o meno la stessa cosa: che sia prima o seconda cambia poco, l’importante è arrivare alla sfida con la convinzione di mettere il meglio“.

Quando questa squadra parte con questa convinzione – conclude il tecnico – può fare qualcosa di buono. Poi ovviamente dall’altra parte della rete c’è un avversario di valore quindi questo potrebbe anche non bastare, però sarebbe già tantissimo arrivare alla partita con questa consapevolezza. Questo è quello che chiedo, e credo che la squadra con la partita di Ravenna abbia più sicurezza da mettere in campo”.

Appuntamento alle ore 17 di domenica 29 dicembre. La gara sarà trasmessa in diretta audio da Radio Studio 7, ascoltabile sul sito www.radiostudio7.net o sul canale 611 del digitale terrestre delle Marche.

(fonte: Comunicato stampa)

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE