Itas Trentino piega il Ceske Budejovice e conlcude un 2019 internazionale da imbattuta

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto: Trentino Volley - Marco Trabalza

Di Redazione

Il cammino nella Pool A di 2020 CEV Champions League procede a suon di vittorie per la Trentino Itas. Dopo il successo di sette giorni fa con il Fenerbahce, stasera la BLM Group Arena ha potuto festeggiare anche la vittoria sullo Jihostroj Ceske Budejovice, formazione ceca che come quella gialloblù all’esordio aveva superato al tie break i turchi.

In questo caso per dirimere la questione sono però bastati tre set, tutti ad appannaggio della formazione allenata da Angelo Lorenzetti, che si è dimostrata attenta ed efficace in ogni fondamentale per confezionare il secondo 3-0 consecutivo. Con un ottimo approccio alla gara, determinato, attento ed efficace in tutti i fondamentali, Giannelli e compagni hanno subito preso in mano le redini del gioco, tenendole sino alla fine. L’ottima prestazione offerta in battuta (9 ace, di cui 5 solo di Kovacevic, a fronte di appena dieci errori), in attacco (63% di squadra), ma anche in difesa, col solito immenso Grebennikov, hanno quindi consentito ai padroni di casa di chiudere la questione in appena un’ora e tredici di gioco effettivo. Fra i più in palla l’opposto Vettori (nella foto best scorer con 16 punti ed il 65% in attacco, alla fine giustamente mvp), ma anche Cebulj (13 col 56%) e lo stesso Uros hanno regalato momento di spettacolo, ben guidati a rete dallo stesso capitano.

La cronaca del match. Lo starting six della Trentino Itas proposto per l’occasione da Lorenzetti prevede Giannelli in regia, Vettori opposto, Cebulj e Kovacevic in posto 4, Candellaro e Lisinac al centro, Grebennikov libero. Il Ceske Budejovice risponde con De Amo al palleggio, Krestan opposto, Zmrhal e Michalek schiacciatori, Mach e Todua centrali, Krystof libero. L’avvio dei gialloblù è molto determinato e concentrato, specialmente in fase di cambiopalla; tant’è vero che il break point ottenuto subito da Vettori (3-1) viene conservato fino al 7-5, prima che Kovacevic non trovi due ace consecutivi (9-5), che costringono i cechi a rifugiarsi in un time out. Alla ripresa del gioco però è ancora Trento ad affondare il colpo con Lisinac (11-16); lo Jihostroj si innervosisce, inizia ad essere più falloso, agevolando di fatto la fuga gialloblù (13-7, 16-8) che passa anche per gli attacchi di Vettori. Dalla linea dei nove metri punge anche Giannelli (ace per il 19-10) e Candellaro in attacco è presentissimo (20-11): l’1-0 interno arriva quindi in fretta, già sul 25-11 con altri due ace di Kovacevic.

Il Ceske Budejovice prova a ripartire nel secondo set, tenendo testa ai padroni di casa sino al 9-8 grazie ad un buon ritmo nella fase di cambiopalla e a qualche spunto in difesa. Giannelli a muro e poi Cebulj in attacco allargano il divario (13-10), poi ci pensa Kovacevic a salire in cattedra, garantendo break point e spettacolo (17-11). La Trentino Itas non regala nulla agli avversari e colpisce sempre con maggiore frequenza in fase di break, anche con Cebulj e Vettori (22-13). Il 2-0 è realtà sul 25-16 (primo tempo di Lisinac).

Più combattuto il terzo parziale, in cui gli ospiti mettono anche il naso avanti (6-7) lavorando bene fra muro e difesa e capitalizzando con Krestan quanto di buono fatto. Vettori replica in attacco (12-10 e 14-12), ma Mach pareggia di nuovo i conti con un attacco ed il successivo ace (14-14). Per scrollarsi di dosso definitivamente l’avversario, l’Itas Trentino allora attinge a tutta la propria fisicità (19-17 nel segno ancora dell’opposto emiliano) e alle capacità difensive di Grebennikov (22-19 di Kovacevic dopo una splendida difesa del francese). Il 3-0 si materializza sul 25-21, con attacco di Candellaro.

“E’ stata probabilmente una delle nostre migliori prestazioni stagionali, per lo spirito che abbiamo messo in campo ma anche per l’approccio alla partita che abbiamo avuto – ha commentato l’allenatore della Trentino Itas Angelo Lorenzetti al termine del match – abbiamo commesso poche sbavature, anche perché siamo sempre stati avanti nel punteggio e tutto ci è venuto più semplice. La squadra però è stata brava e ha mostrato quanto di buono sta facendo in allenamento. Domenica ci attende un avversario molto difficile come Civitanova, che sta giocando benissimo e vola sull’onda dell’entusiasmo. Sarà un bel banco di prova”.

Il prossimo impegno in 2020 CEV Champions League è in programma per domenica 26 gennaio, quando la Trentino Itas affronterà a Civitanova Marche la Cucine Lube nel recupero del primo turno della Pool A. Curiosamente i biancorossi saranno i prossimi avversari anche in regular season SuperLega Credem Banca 2019/20; domenica 22 dicembre alle ore 18 alla BLM Group Arena si giocherà infatti il recupero del decimo turno, che concluderà il girone d’andata gialloblù.

Trentino Itas-Jihostroj Ceske Budejovice 3-0 (25-20, 25-16, 25-21)
TRENTINO ITAS: Candellaro 8, Vettori 16, Cebulj 13, Lisinac 7, Giannelli 4, Kovacevic 12, Grebennikov (L). N.e. Russell, Daldello, De Angelis, Djuric, Codarin e Sosa Sierra. All. Angelo Lorenzetti.
JIHOSTROJ: Krestan 6, Zmrhal 1, Mach 5, De Amo 2, Michalek 7, Todua 4, Krystof (L); Fila, Ondrovic 1, Mechkarov 6. N.e. Koranda, Emmer. All. Renè Dvorak.
ARBITRI: Porvaznik di Vysne Hagy (Slovacchia) e Petrovic di Uzice (Serbia)
DURATA SET: 20’, 25’, 28’; tot 1h e 13’.
NOTE: 2.772 spettatori. Trentino Itas: 5 muri, 9 ace, 10 errori in battuta, 4 errori azione, 63% in attacco, 61% (29%) in ricezione. Jihostroj: 4 muri, 1 ace, 9 errori in battuta, 4 errori azione, 43% in attacco, 52% (24%) in ricezione. Mvp Vettori.

(Fonte: comunicato stampa)

POLICARDO_LEAD