La Geovillage Hermaea Olbia ritrova il sorriso contro Martignacco

LEAD_Alfapaint_istit
Foto: Ufficio Stampa Hermaea Olbia

Di Redazione

L’Hermaea si rialza! Dopo tre sconfitte consecutive le ragazze di coach Giandomenico tornano alla vittoria regolando per 3 set a 1 la Libertas Martignacco nel 12esimo turno del campionato di Serie A2. Una prestazione di carattere ma anche di grande qualità di gioco per le biancoblù, che dopo aver perso sul filo di lana il primo set hanno quasi sempre condotto la gara.

Decisa a rispondere al successo di Cutrofiano nell’anticipo di Milano contro il Club Italia, l’Hermaea approccia bene la partita e grazie a una buonissima Emmel va sul 4-1. Lo spauracchio Nwanebu (miglior realizzatrice del campionato), però, sale in cattedra, e consente a Martignacco di tornare in scia sul 10-8. Le padrone di casa, però, allungano ancora approfittando di una serie di attacchi vincenti di Fiore, stimolata dalla sfida diretta con la collega statunitense. L’opposto laziale spinge le sue fino al +5 (16-11), ma la Libertas non si arrende e pian piano rimonta fino a impattare a 22 con la fast di Caserta. L’invasione delle ospiti sembra consegnare il set all’Hermaea, che però commette due errori consecutivi in battuta favorendo la risposta friulana. Ai vantaggi, allora, la spunta la squadra di Gazzotti, con Nwanebu che mette a terra il punto del 25-27.

Al principio del secondo set Martignacco dà la sensazione di poter prendere il controllo della partita (3-6 dopo l’attacco out di Maruotti), ma l’Hermaea non ci sta e torna sul 6 pari con la fast di Angelini. La sfida va avanti punto a punto fino all’errore in ricezione di Maruotti che consegna all’Itas il nuovo +3 (16-19). Anche stavoltà, però, le galluresi trovano le energie per rifarsi sotto, e pareggiano dopo un attacco fuori misura di Dhimitriadhi. Capitan Barazza è tra le più incisive in casa olbiese, e con un perfetto primo tempo regala alle sue il vantaggio sul 20-19. Martignacco, a questo punto, gira nuovamente l’inerzia e controsorpassa sul 21-23 (errore di Maruotti). Sembra finita, ma l’Hermaea non si arrende e la rimette in piedi: il muro vincente di Angelini sa di liberazione, perché consegna alle galluresi la parità nel conto set (25-23).

La sfida, a questo punto, cambia totalmente. Martignacco fatica a ripetersi sui livelli dei primi due set, mentre l’Hermaea va come un orologio. Barazza, Bonciani, Emmel, Maruotti e Fiore sono incontenibili, mentre la Libertas fatica a innescare Nwanebu. Dopo essersi portata subito sul 7-2 l’Hermaea controlla agevolmente i timidi tentativi di rientro delle friulane e chiude facilmente sul 25-17.

La quarta frazione segue uno sviluppo piuttosto simile: Martignacco tiene botta fino al 14 pari, poi si stacca bruscamente sotto i colpi di un’Hermaea pressochè perfetta. A far calare il sipario sulla partita è Jenny Barazza, che corona una prestazione fantastica con il punto del 25-16 che consegna alla sua squadra la quarta vittoria stagionale.

“La vittoria che ci fa raccogliere quanto seminato in settimana – spiega coach Giandomenico – finalmente siamo riusciti a lavorare come qualche tempo fa. Abbiamo mostrato testa, voglia e cuore. Sono molto contento per le ragazze. Dopo aver perso il primo set ero comunque convinto che la squadra ne sarebbe venuta fuori. La grande reazione del secondo set mi ha dato ragione. Contenere Nwanebu non è stato semplice, ma alla fine l’abbiamo costretta a cambiare colpi mettendola un po’ in difficoltà. Questa è una squadra che può giocare bene contro tutti, abbiamo raggiunto un livello di gioco davvero interessante e, se riusciremo a mantenere alta l’attenzione, potremo davvero raggiungere livelli interessanti. La classifica è importante, ma restiamo concentrati su noi stessi”.

GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA – ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO 3-1 (25-27 25-23 25-17 25-16)
GEOVILLAGE HERMAEA OLBIA: Bonciani 3, Emmel Roxo 11, Barazza 15, Fiore 20, Maruotti 11, Angelini 15, Caforio (L), Formaggio. Non entrate: Filacchioni, Poli, Moltrasio. All. Giandomenico.
ITAS CITTA’ FIERA MARTIGNACCO: Carraro 2, Fiorio 10, Rucli 7, Nwanebu 23, Dhimitriadhi 3, Caserta 6, Caravello (L), Busolini 5, Stival 2, Giugovaz 1, Sabadin, Beltrame. Non entrate: Pecalli (L). All. Gazzotti.
ARBITRI: Marconi, Armandola.
NOTE – Durata set: 33′, 30′, 26′, 22′; Tot: 111′.

(Fonte: comunicato stampa)

Sandlovers_LEADERBOARD