Juantorena: “Non siamo stati perfetti, ma non siamo macchine”

LEAD_BASE_ALD
Foto CEV

Di Redazione

Soddisfazione in casa Cucine Lube Civitanova dopo la vittoria nell’esordio in Champions League a Ceske Budejovice: una partita insidiosa perché arrivava a poche ore dalla conquista di uno storico Mondiale per Club. “Siamo stati bravi a cancellare l’emozione di quanto fatto qualche giorno fa – sottolinea infatti Osmany Juantorenae ripartire mettendo la testa in una manifestazione difficile come la Champions League. Non siamo stati perfetti ma non siamo delle macchine, l’importante era vincere e l’abbiamo fatto, dobbiamo essere contenti di questi primi tre punti europei. Noi siamo calati un po’ dopo il primo set e loro si sono caricati con il pubblico e hanno meritatamente vinto il secondo set: bravi noi a spingere nel terzo e quarto set chiudendo il discorso”.

E’ stato un buon inizio – aggiunge Kamil Rychlicki visto che venivamo da un viaggio faticoso e abbiamo conquistato tre punti importanti in trasferta. Bisogna sempre lottare e anche oggi siamo usciti vincenti, anche contro la stanchezza. E ora pensiamo già al campionato italiano con la trasferta di Padova”.

Conclude Simone Anzani: “Era doveroso iniziare il percorso europeo con una vittoria, specialmente dopo il successo al Mondiale per Club. La Champions League è sempre complicata e ci sarà da combattere, l’abbiamo visto oggi nel secondo set: bravi a reagire e restare compatti nei momenti di difficoltà. I nostri avversari sono stati aggressivi in battuta ma alla fine il nostro valore è venuto fuori, portiamo a casa questa vittoria”.

(fonte: Comunicato stampa)

LEAD_BASE_ALD