La fase a gironi di Champions comincia con i fuochi d’artificio di Simone Parodi

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto: CEV

Di Redazione

In un calendario zoppo che vedrà la Lube Civitanova esordire più avanti vista la concomitanza con il Mondiale per Club, è iniziata la fase a gironi di Champions League. Le prime due partite giocate in anticipo hanno visto la facile affermazione del Berlin Recycling sul Lubljana per 3-0 (25-21, 25-14, 26-24) e dei polacchi del Zaksa Kedzierzyn Kozle, sempre con il massimo scarto (25-20, 25-21, 25-21) sui campioni serbi del Vojovodina Novi Sad, reduci da un lungo percorso dalle qualificazioni.

Lo Zaksa manda quattro uomini in doppia cifra e sfoggia un eccellente Simone Parodi, 15 punti e sempre più a suo agio dopo l’arrivo in corsa nel campionato polacco. Simone ha giocato una gara davvero eccellente con due muri punto e un efficacia offensiva del 55% portandosi a casa anche il titolo di MVP assoluto (nella foto). Gara dominata sia a muro che in attacco e mai davvero in discussione.

Il Berlin ha ridimensionato i campioni sloveni del Ljubliana concentrando su Patch (17) e Tuia (14) tutto il proprio potenziale offensivo: gara chiusa in 80’. Cinque le gare in programma oggi, tra le quali quella tra Perugia e Benfica, domani l’unico posticipo a Istanbul con il Fenerbahce che ospita i cechi del Ceske Budejovice.

(Foto: CEV)

LEADERBOARD_GPCAR_2008