Scandicci fa subito l’impresa: espugnato il campo del VakifBank!

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Foto Savino Del Bene Volley Scandicci

Di Redazione[

Nella prima giornata della Pool B di Champions League femminile, la Savino Del Bene Scandicci mette subito a segno una grande impresa, sbancando il campo della corazzata Vakifbank Istanbul. Un risultato storico per le toscane, che arriva al termine di una partita in altalena, ma dominata dalla squadra di Marco Mencarelli negli ultimi due set.

Mencarelli per la difficile trasferta in Turchia si affida al 6+1 che gli ha dato la vittoria del derby della scorsa domenica: Malinov al palleggio in diagonale con Stysiak, Bricio e Pietrini da bande, Stevanovic e Kakolewska da centrale, con Merlo da libero. La corazzata Vakifbank invece scende in campo con Ognjenovic da alzatrice, Haak da opposto, Karakurt e Gabi in banda, con Rasic e Gunes da centrali e Orge da libero.

In avvio di primo set le turche prendono un leggero vantaggio (1-3) che perdura fino alla prima parità, firmata da Kakolewska, che con un muro da fuoriclasse firma il 13-13. La formazione di Mencarelli riesce anche a passare in vantaggio, prima sul 14-15 con Pietrini, poi addirittura sul +2 con un ace di Bricio. Coach Guidetti decide così di spendere un time out. Al rientro in campo arriva subito una nuova parità sul 16-16, ma anche un nuovo allungo della Savino Del Bene, guidato da Stysiak, autrice di un pallonetto di grande classe, e Stevanovic, impenetrabile a muro. Il Vakifbank ci prova con la ex di turno Isabelle Haak, ma il set lo porta a casa Scandicci per 21-25, con una Bricio on fire nel finale di set.

La seconda frazione di gioco vede la reazione rabbiosa del Vakifbank, che inizia forte e vola sull’8-4. Mencarelli ferma il set e al rientro in campo la Savino Del Bene si fa sotto (9-7). Stsysiak di pugno e di prontezza di riflessi segna il 12-9 dopo una ricezione di Merlo, ma non basta. Sul 15-9 arriva un nuovo time out, sul 16-9 entra Sloetjes per Stysiak e l’olandese alla prima palla di servizio fa subito ace (16-11). Il Vakifbank innesca le marce lunghe e allunga ancora (21-13). Il vantaggio accumulato dal Vakifbank però si assottiglia e la Savino Del Bene con due muri, uno di Bricio, l’altro di Kakolewska, torna sul -2 (21-19). A vincere il set è comunque la formazione di coach Guidetti che, nonostante l’ammonizione per Karakurt rea di aver provocato le avversarie, tiene la mente lucida e chiude 25-19 la seconda frazione di gara.

Il parziale con cui si apre il terzo set è di 10-1, con un lunghissimo turno di servizio di Gurkaynak che segna tre ace e mette in difficoltà la ricezione di Scandicci. Una volta disinnescata Gurkaynak però le difficoltà continuano: Ognjenovic orchestra brillantemente, Haak colpisce con forza e il 12-3 è servito. Sul 16-7 Mencarelli prova nuovamente il cambio di opposto con Sloetjes che entra al posto di Stysiak. L’olandese segna subito due punti in fila (16-9), ma il Vakifbank fa la voce grossa anche a muro e ferma due volte Milenkovic, entrata in corso di set (19-10). Il set scivola via in favore delle turche di coach Guidetti, che si impongono per 25-13.

L’approccio della Savino Del Bene nel quarto set è voglioso di riscatto. Il Vakifbank inoltre non trova più una valida opzione offensiva in Karakurt, che comincia a sparacchiare. Malinov, Bricio e Pietrini, ma anche gli errori delle turche, spingono così Scandicci prima sul 6-9 poi sul 8-12 firmato a muro da Stevanovic. Bricio di potenza mette a terra il punto dell’11-17 e poco dopo il 13-20 con un ace. Il Vakifbank cerca di rientrare, ma l’inerzia del set è con la Savino Del Bene che, vince 15-25 e, dopo 5 tie break in campionato, forza il quinto set anche nella prima partita della sua Champions.

Il tie break è una sfida punto a punto e prima del cambio campo sono 6 le parità. La Savino Del Bene però gioca con grinta, intensità e lucidità e cambia campo in vantaggio per 7-8, anche grazie ad un Vakifbank falloso al servizio. Scandicci allunga e Kakolewska piazza un poderoso muro per il 7-10. Gli errori di Karakurt ed Haak mandano Scandicci prima sull’8-12, poi sul 9-14. Il primo match point viene spedito fuori da Stysiak con il servizio e anche il secondo viene annulato, ma il terzo match point è spedito a terra da Stevanovic in fast. È una vittoria inattesa, ma per questo ancora più bella. Una gigante d’Europa cade contro una sempre più matura Savino Del Bene, che vince all’esordio stagionale in Champions e si candida per grandi cose in futuro.

Coach Marco Mencarelli commenta così dopo la gara: “Sapevamo che sarebbe stata una partita lunga e faticosa, contro il VakifBank che è una delle migliori squadre al mondo, ma noi eravamo preparati a livello fisico per reggere lo sforzo. Sono particolarmente orgoglioso delle mie ragazze, anche perché dopo il terzo set perso per 25-13 sono riuscite a rialzarsi ed a vincere la partita”.

Prima della gara – ricorda Agnieszka Kakolewskaavevo detto che giocare nel VakifBank era il mio sogno di bambina, perchè è una squadra molto forte. Oggi lo abbiamo battuto e siamo andati oltre il mio sogno. Sono davvero molto contenta”.

VakifBank Istanbul-Savino Del Bene Scandicci 2-3 (21-25, 25-19, 25-13, 15-25, 11-15)
VakifBank Istanbul: Orge, Ozbay, Gurkaynak 5, Ismailoglu 1, Gabi 13, Haak 18, Eren, Yilmaz 3, Karakurt 11, Rasic 12, Ognjenovic 5, Gunes 1. All. Guidetti.
Savino Del Bene Scandicci: Carraro, Bricio 15, Stysiak 10, Malinov 5, Kakolewska 10, Pietrini 2, Merlo (L), Lubian ne, Sloetjes 5, Cardullo (L), Molinaro ne, Stevanovic 12, Bosetti ne, Milenkovic. All. Mencarelli.
Arbitri: Simonovic (Serbia) e Vinaliev (Bulgaria).
Note: Spettatori 1480. VakifBank: battute vincenti 4, battute sbagliate 14, attacco 39%, ricezione 58%-43%, muri 14, errori 34. Scandicci: battute vincenti 5, battute sbagliate 12, attacco 37%, ricezione 44%-35%, muri 13, errori 28.

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE