Il fortino Sanbapolis attende la sesta vittoria consecutiva della Delta Trentino Informatica

Sandlovers_LEADERBOARD
Foto: Trentino Rosa

Di Redazione

A separare la Delta Informatica Trentino dalla sesta vittoria consecutiva in campionato ci sarà domenica pomeriggio (ore 17) un cliente temibile come la Roana CBF Helvia Recina Macerata, neo promossa in serie A2 molto ambiziosa che ha iniziato la stagione con il piglio giusto dimostrando di possedere tutte le carte in regola per disputare un’annata da protagonista.

Stella indiscussa della formazione marchigiana è Irina Smirnova, giocatrice che rappresenta un lusso per la categoria e che in carriera la serie A2 l’ha già vinta in diverse occasioni. Non sarà però la Smirnova l’univo volto noto tra le fila marchigiane, visto che nella rosa guidata da mister Paniconi trovano spazio anche due ex gialloblù, la laterale Giorgia Mazzon e la centrale Melissa Martinelli. Nel turno infrasettimanale di giovedì la Roana ha ceduto il passo a Ravenna, arrendendosi in quattro set al termine di un match comunque molto combattuto e scivolando così al quarto posto in classifica.

Sono due invece le lunghezze di margine della capolista Delta Informatica Trentino (nella foto) sulla sua inseguitrice più immediata, la Lpm Bam Mondovì. Forte di cinque successi di fila, unica squadra imbattuta del girone B, Trento andrà a caccia del sigillo numero sei in una gara che si presenta però tutt’altro che agevole, al cospetto di una Roana che dispone di ottime individualità (Smirnova ma non solo) ma soprattutto di un collettivo quadrato e molto abile nella correlazione tra muro e difesa. «Affronteremo un’altra squadra, al pari di Montecchio, che difende moltissimi palloni – spiega l’allenatore gialloblù Matteo Bertini – per questo motivo sarà importante avere pazienza, soprattutto nei momenti di difficoltà che si presenteranno nel corso della gara. Smirnova è un’atleta di primissimo piano e dovremo marcarla con particolare attenzione ma è il collettivo il punto di forza della Roana. Mi attendo una crescita in diversi aspetti del nostro gioco, nella correlazione muro-difesa ma soprattutto nella ricerca di quella continuità di rendimento fondamentale per evitare pericolosi black out».

La Roana è nata nel piccolo borgo di Villa Potenza grazie alla passione di Tito Antinori, il presidente che ha gettato le basi di quella che oggi è una delle realtà pallavolistiche più grandi delle Marche. Il debutto della prima squadra in una categoria nazionale (B2) risale alla stagione 2012/2013 sul taraflex del Fontescodella, il palasport che per anni è stato la “casa” della Lube Macerata maschile. Nel 2016/2017 la Roana domina il campionato di B2 salendo in B1 e l’anno successivo si ripete, conquistando il pass per la serie A2. In estate, confermato in panchina il tecnico della promozione Luca Paniconi, la rosa è stata profondamente rinnovata con ben nove arrivi, oltre alle conferme della centrale Rita e della laterale Pomili. Su tutti spicca il nome di Irina Smirnova, opposto russa fresca di promozione in A1 con Perugia e nel recente passato altre volte vincitrice dell’A2 con Vicenza e Forlì. Le altre novità rispondono ai nomi della regista Lancellotti e della banda Kosareva (entrambe da Sassuolo), della centrale Martinelli (da Torino), del libero Pericati (da Montecchio) e della schiacciatrice, ex Trento, Giorgia Mazzon.

Con l’intera rosa a sua disposizione Matteo Bertini dovrebbe riproporre inizialmente il medesimo “settetto“ visto in campo nelle precedenti uscite, con Moncada in regia, Piani opposto, Melli e D’Odorico laterali, Furlan e Fondriest al centro e Moro libero. Paniconi dovrebbe rispondere con Lancellotti al palleggio, Smirnova opposto, Pomili e Kosareva schiacciatrici, Rita e Martinelli al centro e Pericati libero.

Quello in programma domenica pomeriggio al Sanbàpolis sarà il primo incrocio ufficiale in serie A tra queste due società. Saranno invece ben tre le ex della sfida. Valentina Barbolini, laterale della Delta Informatica Trentino e mvp dell’ultima sfida di campionato contro Montecchio, lo scorso anno è stata infatti una delle artefici della promozione in serie A2 delle marchigiane. Le altre due ex vestiranno la maglia della Roana Macerata: Giorgia Mazzon, schiacciatrice che nella passata stagione ha difeso i colori di Trento e Melissa Martinelli, centrale che ha militato all’ombra del Bondone nella prima parte del campionato 2015/2016.

I direttori di gara del match tra Delta Informatica Trentino e Roana CBF H.R. Macerata saranno Nicola Traversa e Massimiliano Giardini.

(Fonte: comunicato stampa)

Sandlovers_LEADERBOARD