Sant’Anna, esordio convincente e 3 punti per festeggiare la 200esima partita in B di Coach Usai

LEAD_ERBAVOGLIO_ISTITUZIONALE
Ufficio Stampa Sant'Anna TomCar San Mauro Torinese

Di Redazione

Tre punti per trovare fiducia e cominciare bene la stagione e, contemporaneamente, un successo per brindare alle 200 panchine in B di coach Usai.

Contro una formazione ricca di talento giovanile (tutto da sviluppare e gestire) e da affrontare sempre con attenzione i biancorossi patiscono nel set d’avvio, prima di entrare in partita prendendo le misure ai milanesi e trovare il giusto passo gara approfittando del calo avversario sulla lunga distanza.

Il tecnico sanmaurese sceglie i seguenti sette per aprire il campionato: Mosso–Bosio sulla diagonale principale, Giraudo e Sangermano al centro, come schiacciatori-ricevitori capitan Pagano e Salvatico con Tanga libero.

Buona la prova individuale di Bosio (18 punti e 3 muri), Pagano (15 punti con 4 ace), Salvatico (12 palloni a terra) e Giraudo (6 muri totali), ma anche di squadra con 15 muri (contro 8 avversari) e il 46% in attacco.

I padroni di casa scattano forsennati dopo pochi palloni, spingono forte sia al servizio, sia in attacco, dove Lancianese ci tiene parecchio a far vedere i suoi progressi (chiudendo con 19 punti totali), insieme a Meschiari in evidente rampa di lancio.

Il Sant’Anna paga ovviamente dazio in ricezione e contrattacco, scivola 7-4 e 16-9. Giraudo con una serie di servizi e un ace riporta vicino gli ospiti sul 17-14, ma il buco non si chiude. Milano riprende il filo del discorso e a muro ottiene il primo di 8 set point, convertito alla seconda occasione grazie a un errore in battuta biancorosso.

Dal secondo parziale gli ospiti si riorganizzano, dopo aver fatto sfogare l’entusiasmo avversario. Pagano sfruttando una ricezione abbondante dei milanesi realizza subito il primo break (1-3). Un servizio vincente di Salvatico rafforza il vantaggio sanmaurese (8-12), ampliato da Sangermano a muro poco dopo (9-14). Due servizi vincenti di Pagano spingevano il Sant’Anna 11-19. Milano cercava di riavvicinarsi 14-19 con un muro di Salvador, ma i biancorossi reggevano l’urto chiudendo 17-25.

Terzo parziale caratterizzato da equilibrio e incertezza per tutta la prima metà, fino al 12-12. I biancorossi avrebbero l’occasione di spingersi avanti sfruttando almeno tre freeball ma si dimostrano poco lucidi, rimediando però nello strappo che porta prima sul +4 (13-17) e poi sul +6 (15-21) con muro di Giraudo Un ace di Salvatico porta il Sant’Anna 1-2 nel conto set chiudendo un parziale di 3-11 (da 13-14 a 16-25).

Provano subito nel quarto set gli ospiti col break che porta il punteggio 3-5 (attacco di Bosio). Eccher e Meschiari ricuciono subito (5-5). Nulla si muove sui due fronti fino al 9-9 quando in ordine Salvatico, Giraudo (muro), Bosio e Pagano spaccano l’equilibrio con un parziale di 0-5, obbligando i biancoblu alla rincorsa. Il margine diventa sempre più ampio fino al 12-19 su ace di Bosio. L’ingresso nel doppio cambio di Stupenengo e Fumagalli (suo il punto vittoria) per Bosio e Mosso permette di chiudere senza affanni la partita 17-25 e 1-3, proiettandosi al difficile esordio con un ambizioso AltoCanavese domenica 27 (ore 18) al Burgo.

IL TABELLINO

POWERVOLLEY MILANO 1
SANT’ANNA TOMCAR 3

(25-19; 17-25; 16-25; 15-25)
Arbitri: Lo Verde, Salvini

MILANO: Bonacchi 1, Biffi 8, Eccher 4, F.Compagnoni 3, Lancianese 19, Meschiari 11, Staforini (L); Pellegrinelli n.e., Salvador 1, M.Compagnoni, Colombo, Fasanella, De Luca (L2), Iacono n.e. All. Morato

SAN MAURO: Mosso 3, Bosio 18, Giraudo 9, Sangermano 7, Pagano 15, Salvatico 12, Tanga (L); Stupenengo, Gunetto n.e., Vajra n.e., Robazza n.e., Gecchele n.e., Fumagalli 4. All. Usai-Mesturini

(Fonte: comunicato stampa)

Sandlovers_LEADERBOARD